Menu

Recensioni

Artemoltobuffa – Las Vegas Nel Bosco

2014 - Lavorarestanca
pop/songwriting

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Il Bello Delle Onde
2.Las Vegas Nel Bosco (parte 1)
3.Fino A Lunedì
4.I Terrapieni
5.Fiori D'Ombra
6.Tenere Assieme
7.Sentimento Scaligero
8.Il Crepuscolo
9.Una Piega Del Tempo
10.Las Vegas Nel Bosco (parte 2)
11.I Testoni

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Terzo disco per Artemoltobuffa, anagramma di Alberto Muffato. Il cantautore torna dopo ben sette anni di distanza da “L’aria misteriosa” con un nuovo lavoro sognante e malinconico, portando ulteriori sprazzi di autunno in questa estate che non si decide ad arrivare.

C’è di nuovo lo zampino di Fabio De Min, la voce dei Non Voglio Che Clara, che oltre all’accompagnamento musicale si è occupato anche della produzione stessa del disco. Completano la formazione come al solito Massimiliano Bredariol (batteria dei Valentina Dorme) e qua e là Mario Pigozzo Favero (voce dei Valentina Dorme) e Emiliano Pasquazzo. E si sente fin troppo: “Las Vegas nel bosco” è crepuscolare ed intimo, dai toni retrò e dall’atmosfera uggiosa ed ovattata. Con i suoi suoni morbidi conditi con una leggera elettronica, l’album ci avvolge delicatamente riportandoci alla mente ricordi fino ad allora chiusi in chissà quale cassetto, da maneggiare con cura. Anche “Las Vegas nel bosco” va maneggiato con cura perché è fatto di cristallo: c’è la tristezza introspettiva di Luigi Tenco, la dolcezza assoluta della musica dei Kings of Convenience e lo spleen proprio di quei Red House Painters a cui il Muffato rende omaggio con “Il crepuscolo”, un rifacimento in italiano di “Grace Cathedral Park”.

Pungente, amaro ma allo stesso tempo incantato, Artemoltobuffa è un nuovo esempio di cantautorato che si allontana dai canoni classici, esplorando nuovi territori e contaminando tutto con nuove sonorità. Un bel ritorno per Alberto Muffato.

“La fragilità del cristallo non è una debolezza, ma una raffinatezza.”

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=AGNWp_pp4_Y[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close