Menu

Recensioni

Dino Saluzzi Group – El Valle De La Infancia

2014 - ECM Records
jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Sombras
2. La Polvadera
3. Pueblo, Part I - Labrador
4. Part II - Salavina
5. Part III - La Tristecita
6. A mi Padre y a mi Hijo
7. Churqui
8. Urkupiña, Part I - Salida del Templo
9. Part II - Ruego, procesion y entronacion
10. La Fiesta Popular, Part I - La Danza
11. Part II - Galanteo
12. Part III - La perseguida
13. Part IV - Atardecer
14. Part V - En la quebrada de Lules
15. Tiempos Primeros, Part I - La Arribeña
16. Part II - La casa paterna

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Il bandoneonista Dino Saluzzi, una delle più importanti figure della musica argentina e musicista di spicco  del nuovo folk-jazz-acustico internazionale, riemerge con un lavoro dalle spiccate doti spirituali-evocative con tanto di suoni delicati, solari che ricordano le sconfinate praterie della sua terra e le sognanti visioni cinematografiche della nouvelle vague e del cinema di Fellini, da lui molto amato.

Il bello della filosofia musicale di Dino Saluzzi è quella di costruire un viaggio musicale che punta dritto si, verso la cultura Argentina del tango, ma si allarga a dismisura su un pianeta etno-jazz di matrice afroamericana dall’alto valore espessivo, su frequenze folk che si aprono verso occidente, a calde atmosfere mediterranee. Ennesima prova di un personaggio schivo che da anni si cimenta su melodie comparative jazz-oriented, musica pan etnica che assorbe la lezione degli Oregon come quella di Astor Piazzolla in uno scenario meticcio, rurale e d’avenguardia, senza battere ciglio! Questo El Valle De La Infancia (16 brani, tra cui le splendide La Polvadeira, Churqui, e La Fiesta Popular) allarga il suo campo visivo tra strumenti prettamente acustici (chitarre acustiche, contrabbasso, violoncello, sax, tenui intarsi di percussioni) visioni ambient e musica da camera sottile, sottile che include a più riprese il jazz con agresti arrangiamenti e fumettistiche ‘prove’ sempre improntate al bello e al contemporaneo.

Composizioni originali, piccoli tasselli per una ricca tradizione sudamericana che si apre al mondo. Sofisticato jazz world! 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close