Menu

Recensioni

The Phildrop – Trilly

2014 - Satellite Records
elettronica/rock/sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1 . In the Days
2 . Opposite Directions
3. The Fray
4 Life Tools

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Opera prima per questo gruppo a dir poco particolare. Solo quattro brani con cui la band mette subito in chiaro parecchie cose. Ad esempio, il loro innovativo concetto di cantautorato e di sperimentazione. Qualcosa di rivoluzionario.

L’EP si apre con “In The Days”, brano variegato e lunatico a cui è difficile dare una definizione ben precisa: elettronica, rock ed elementi acustici sono fusi insieme a formare un unico pezzo che non annoia di certo. Quasi orchestrale, con guizzi dubstep e trip hop, la traccia d’apertura già esprime bene l’idea dello stile spaziale dei Phildrop. Il viaggio stralunato di “Trilly” continua con “Opposite Directions”, brano quasi shoegaze che mantiene una certa atmosfera “cibernetica”. Abbiamo poi il funky alieno della spumeggiante “The Fray” in cui trionfano più gli strumenti che l’elettronica e con cui il disco prende una piega più distesa ed allegra tinta di ragtime. L’EP si chiude con le tonalità più cupe e malinconiche di “Life Tools”, intenso epilogo poliedrico attraversato da cambiamenti repentini di direzione con venature reggae ed archi sintetici. “Trilly” si impone con decisione sul panorama musicale emergente italiano.
Un buon primo lavoro per i Phildrop. Uno stile fresco che evade i canoni e che mescola elementi e generi vari, mostrando già una forte ed unica personalità. Attendiamo con impazienza un LP, qualcosa di più lungo che metta bene in lustro il talento e la fantasia di questo nuovo gruppo. Aspettiamo quindi altre buone nuove.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=PuuQ8PIBQms[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close