Menu

Recensioni

Musica Per Bambini – Capolavoro!

2014 - Trovarobato
songwriting / noise / sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Dal Dottore
2. Bigliettaio
3. Lo Squilibrista
4. Supplente Per Sempre
5. La Famiglia Dei Becchini
6. Macellaio Di Cognati
7. L'AccalappiaTopi
8. Il MilleMani
9. Trombettiero
10. Arbitro
11. Il Nipote Elettronico
12. L'Addestratore di Luigi
13. L'Idraulico Aulico

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Dopo gli ultimi lavori, Dio contro Diavolo (2008) e Dei nuovi animali (2011), ritorna sulle scene Manuel Bongiorni con il suo progetto Musica per bambini.
Solito potpourri di elettronica, metal, hard-core, musica medievale, cabaret, tutto spezzettato e apparentemente accozzato. È un calderone che ribolle di creatività, invenzioni, visioni, battute, suoni campionati, stranezze e genialità. Tutto strutturato e sapientemente composto.
Fin dal titolo Capolavoro!, si capisce come Bongiorni ami giocare con le parole. Quella che parrebbe un’auto proclamazione del disco, in realtà, suggerisce il tema di questo concept: il lavoro.
Si scherza su professioni esistenti (il bigliettaio, il dottore, l’arbitro), se ne distorcono altre (l’idraulico, il macellaio, il supplente), per poi inventarsi lavori come l’addestratore di Luigi, lo squilibrista, l’accalappiatopi.

Apre il disco Dal dottore, pezzo nel quale il gioco di parole “in fila dal dottore.ore-ore-ore” può ricordare lo storico “voglio un silos, si lo voglio un silos” di Elio e le Storie Tese; di sicuro l’ironia intelligente e l’abile uso delle parole è un tratto di entrambi gli artisti.
La famiglia dei becchini suona come una filastrocca, idem la cantilena de Lo squilibrista, brano introdotto dalla voce dei bambini che annunciano i lavori dei loro sogni, dall’imprecario allo scalciatore
I fan di vecchia data possono divertirsi a rintracciare quelle che possono sembrare autocitazioni, o comunque tematiche di vecchie canzoni che ritornano. Il tema dello sbudellamento, presente ne Il macellaio di cognati, era presente nella conclusione dell’esilarante Caramellaio del 2008; così come la baracca (presente ne L’accalappiatopi) non può non ricordare la Baracca Barocca del 2002. E se “L’Orc’O” (2002) si poneva il problema di non avere le mani, il suo alterego odierno è Il MilleMani, che per ogni mano ha un accessorio.
L’accalappiatopi, sospesa tra la fiaba e Branduardi, sorprende per le soluzioni armoniche e risulta il pezzo con meno sbalzi forte-piano. Il MilleMani e Il macellaio di cognati sono, invece, i pezzi più veloci e divertenti.
I bambini, già presenti nei cori del precedente album – protagonisti della geniale Come la minestra, ad esempio – ricoprono in Capolavoro! il ruolo di intermezzi e introduzione ai pezzi. Ne Lo squilibrista, si diceva, ma anche ne L’addestratore di Luigi, professione elencata dopo altre invenzioni come il giratore dei numeri della pompa di benzina, il correttore puzze, il domatore di sangue o il restauratore di cracker. Il pezzo, tra vocine distorte e riff potenti, ha un ritornello che si conficca in testa e non esce più.
Infine, anche stavolta, ci sono quelle storie-canzoni che lasciano l’ascoltatore con una domanda insolubile. Ci si chiede: ma come possano esser venute in mente al Buongiorni certe storie? Mi riferisco in particolare alla storia de L’idraulico aulico, traccia di chiusura, nella quale l’eroe va ad aggiustare tubi con chiave e scudo. Tutto in salsa medievale, con divertenti arcaismi linguistici e rime al posto giusto.
Musicalmente gradevolissimo, il disco è pervaso da un’ironia sempre incisiva, mai scontata, mai volgare, talmente strampalata da richiedere un ascolto attento per essere colta.

Non resta che aspettare le date del tour per scoprire quale spettacolo abbia partorito stavolta: un live dei Musica Per Bambini è una delle esperienze più divertenti che possano capitare a un essere umano, se ne esce con i dolori di stomaco e gli addominali indolenziti.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=xV3vQHD3h1o[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close