Menu

Recensioni

Subsonica – Una Nave In Una Foresta

2014 - Emi
pop / elettronica

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Una nave in una foresta
2.Tra le labbra
3.Lazzaro
4.Attacca il panico
5.Di Domenica
6.I cerchi degli alberi
7.Specchio
8.Ritmo Abarth
9.Licantropia
10.Il terzo paradiso

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Parliamo del disco numero sette dei Subsonica, band che se non ci fosse stata avrebbero dovuto inventarla.

Accontentare un pubblico numeroso come quello che li circonda non è mai facile, e loro non solo se ne rendono conto ma ci scherzano anche parecchio, vedi il testo di Benzina Ogoshi.
Questo lavoro non delude e non stupisce ma di certo esalta la folla.
“Microchip Emozionale” è il disco che tra tutti si contraddistingue, ma, non per questo, nella loro discografia, non ce ne saranno altri degni di nota.
“Una nave in una foresta”, lavoro che, come afferma la band in un’intervista, ha una sovrabbondanza di suoni sostenuti, che li tiene legati al loro sound elettronico e grazie al quale li si riconosce dal primo brano (da cui il nome dell’album) nel quale si parla dell’essere fuori luogo spingendo comunque all’azione l’ascoltatore.
Questo filo conduttore continua nel secondo brano “Lazzaro alzati e cammina e resuscita un pezzo alla volta la volontà”, pezzo dai ritmi energici e sostenuti, in cui si legge un messaggio più che chiaro e viene appunto susseguito da un pezzo il cui titolo è Attacca il panico.
Di Domenica, invece, è portatrice sana di tranquillità, calma gli animi, anche se è un invito a “capovolgere il destino”. Pezzo che colpisce è Ritmo Abarth, pezzo musicalmente potente ed eccitante, in cui si vede il disegno di una generazione che ha e rispetta solo le sue regole una volta uscita dalla “catena di costruzioni”.
L’ultimo pezzo dell’album “Il terzo paradiso” vanta una collaborazione importante con Michelangelo Pistoletto che legge passaggi del suo manifesto, simboleggiato da “un infinito modificato” in cui si spiega comeil primo paradiso, rappresentato dalla natura e il secondo, quello dell’emancipazione tecnologica, si uniscono e riescono a convivere in maniera più consapevole e responsabile nel “terzo paradiso”.

Il tour è già iniziato, e sembrano non deludere neanche live in cui i “fieul” elargiscono energia.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=txcZoDiTGO8[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close