Menu

[Streaming]: THE YELLOW TRAFFIC LIGHT – Dreamless

dreamless

Nell’ultimo periodo, una quantità incommensurabile di gruppi che sembrano arrivare dritti dritti dagli indimenticabili anni novanta ha saputo imporsi nel circolo indie e trovare sempre più ascoltatori. Un esercito di nostalgici che proprio non riesce a lasciarsi alle spalle il proprio passato ancor recente e inevitabilmente ripropone la solita menata pseudo-psichedelica-innovativa sentita e strasentita. Ecco, in questo magma di replicanti sono poche le proposte che riescono a deragliare sui profondi binari lasciati dai precursori. I The Yellow Traffic Light sono decisamente fra queste ultime.

Ci vuole talento. Cavalcare un’onda talmente grande senza rimanerne travolti non è roba facile. E questi ragazzotti dimostrano una certa abilità nel mantenere il giusto equilibrio fra shoegaze, dream pop e psychedelic rock. Hanno le idee chiarissime nonostante l’età media non superi i vent’anni, e riescono a trasmettere un’esuberanza genuina, fresca. Si sente quella voglia di fare e quell’eccitazione febbrile che accompagna i primi, minuscoli passi di un progetto in cui si crede realmente.

Fresco di uscita, potete ascoltare qua sotto il loro primo EP “Dreamless”, registrato al Mandala Studio di Torino. Ma i ragazzi hanno già pronte altre sorprese. Teneteli d’occhio.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close