Menu

Recensioni

Angry Punx – Dritto Al Cuore

2014 - Indiebox
punk / rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Pensavo Fosse Amore Invece Era Un Tegame
2. Il Punk
3. Ex Carcerato
4. Paolino Va A Dublino
5. Story Of My Girl
6. Vivo Nel Ghetto
7. Let's Rock
8. King Lion
9. Love Punx
10. Dritto Al Cuore
11. Notte Alcolica
12. Amore Scusa
13. Etichette False
14. Nessuno Ti Raggiungerà
15. Noia Mortale
16. Rock N Roll Punk
17. Conclusione
18. Cielo Nero
19. Solamente Tu

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ogni volta che in redazione arriva un promo, prima ancora di ascoltare, mossa da un’accesa curiosità, leggo sempre la biografia della band perché sono convinta che la loro storia possa aiutarmi ad ascoltare con più luce il nuovo prodotto. Quando ho letto che gli Angry Punx sono entrati in studio dopo un solo anno di formazione, sono rimasta di sasso e ne sono rimasta catturata. Vista la giovinezza della neoformazione ero quasi certa, forse con un po’ di arroganza, di trovarmi di fronte ad un demo con non più di 5 canzoni, ma mi sono sbagliata anche in questo caso e con mia grande sorpresa ho trovato un lavoro confezionato nei dettagli e formato da ben 19 tracce. Voi direte, dopo tutta questa grande presentazione chissà che clamore questo disco! Ma purtroppo, e lo dico con grande rammarico, la magia si è interrotta quasi subito. Non amo parlare male di una band e non amo nemmeno screditare il lavoro degli altri, ma cerco sempre di approfondire e trovare il meglio in ogni prodotto, ma a volte mi tocca essere più selettiva e severa.

Indubbiamente il combo pistoiese si è dato da fare ed è anche molto motivato, diamogliene atto, ma ciò non sempre basta. Al di là della registrazione troppo imprecisa, il disco non è altri che un insieme di tante cose già sentite, ampiamente superate ed elaborate con poca fantasia. Siamo di fronte ad un punk rock grezzo che si ripropone come un’imitazione di ciò che è già stato fatto. I brani sono veloci, le chitarre fanno sempre lo stesso riff, la batteria si sente e la voce è intonata, ma senza eccedere in altro. Malgrado le premesse, “Dritto Al Cuore” è un prodotto che rischia di sforare nel banale e di cadere nel dimenticatoio. Le tracce sono tante e, per quanto la voglia di comporre ed incidere sia tanta, una maggiore selezione ed accuratezza avrebbe sicuramente cambiato in buona parte il giudizio. Le canzoni si somigliano fra di loro e, malgrado abbia ascoltato l’album quasi una decina di volte, non riesco a trovare nulla che spicchi particolarmente. Riconosco la grande passione che ha dato il via al progetto, ma personalmente avrei raffinato e studiato maggiormente uno stile personale prima di lanciarsi, dopo così poco tempo, nella registrazione di un album.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=aBL1Q9xyMqo[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close