Menu

Recensioni

Nero Di Marte – Derivae

2014 - Prosthetic Records
post / metal / sludge

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. L’Eclisse
2. Clouded Allure
3. Pulsar
4. Dite
5. Simulacra
6. Il Diluvio
7. Those Who Leave

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Tornare più forti di prima dalla tempesta. Tornare più scuri del cielo squarciato da fulmini porpora. Tornare pesanti di qualcosa che grava sul cuore e sulle mani. Questo è il ritorno dei Nero Di Marte, nelle nostre orecchie con la nuova devastocrazia di “Derivae”.

E la deriva è esattamente ciò che si prova (poiché la deriva è qui un sentimento impietoso che lascia ferite sfrigolanti) quando la porta dell’inferno si apre gli otto minuti de “L’Eclisse”, un magma di debordante cemento elettrico in viaggio nel vuoto pneumatico del nostro tempo, con le chitarre ad intreccio melodico ed impietoso, fino ad una deflagrazione disperata che pochi altri sarebbero in grado di donare, in violenza e compattezza secondi a nessuno, in violenza e compattezza ci portano a fondo, sempre di più, in un abisso senza fine, e “Il Diluvio” è questo abisso in tempi dispari, infilzato da arpeggi di ineguagliabile tristezza ad intrecciarsi con una voce al limite estremo del delirio che si getta in percussivi tribalismi virulenti e senza pace. Estremizzare il proprio suono non è roba da tutti, renderlo più distruttivo mantenendo il timone saldo è ancor più raro, ma è ciò che accade qui. Se una melodia può fare coppia con la distruttività figlia degna dei Meshuggah è con “Pulsar” che lo scopriremo, malinconiche disserzioni vocali si combinano a textures debilitanti fino ad una colata di volume e dinamica ulcerica che si riversa tutta in un ventre noise di pura apocalisse. Allucinante il viaggio in forma jazz di “Dite” in un affondo dinamico e dissonante che riempie il cuore di un terrore primevo senza posa che non tarda a deflagrare in pieno volto.

E quando il viaggio finisce il cielo è ancora torvo e le note di “Derivae” e la sua pesantezza continuano a risuonare nella cassa toracica, a fermare il cuore.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=8lU5inZpjgE[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close