Menu

Recensioni

Zona MC – Porconomia

2014 - Trovarobato
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Il post-uomo
2. I bei ragazzi
3. Persone (in) serie
4. Ca$tah R€p (prod. Burla2222)
5. Ortotteri e ortolani (prod. arottenbit)
6. Tali Capi (feat. Napo, prod. Rico)
7. Traccia anti-crisi

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“Gli incrementi dei deficit delle partite correnti
nella bilancia dei pagamenti
dal 2002 al 2010, noi solo pregi
voi solo i difetti commerciali come quelli greci
e per diventare uguali e colmare tutti i differenziali
dovremmo fare un’unione con trasferimenti fiscali inter-regionali
ma noi siamo già divisi in Germania
figuriamoci se vogliamo dividere i debiti con l’Italia”

Tranquilli, quello sopra riportato non è l’estratto di un intervento della Merkel o di un sisalcazzo esponente crucco presso qualche Commissione Europea o GXX in giro per il globo. Questo è semplicemente uno strepitoso Napo versione teutonica in “Tali capi”, uno dei 6 pezzi – anzi 7 se si considera la silente “Traccia anti crisi” – del nuovo lavoro di Zona Mc, “Porconomia”, una sorta di blob audio con il peggio del peggio dei giorni nostri.

Le tracce pur essendo poche riescono a colpire un’ampia gamma di personaggini ammodo e molto attuali: ci sono “I bei ragazzi”, per i quali il consumismo più becero e idiota diventa una vera e propria filosofia di vita, le “Persone (in) serie” alias tutti quei politicanti in heavy rotation nei mille mila talk televisivi e meravigliosi nel comunicare il nulla più assoluto. Ma c’è pure spazio per lo schieramento più sborone, arrogante e strafottente di “Ca$tah R€p”, come pure per quello assolutamente utopistico e fuori dal mondo reale di “Ortotteri e ortolani”.
La cosa davvero peculiare di questo album è che ogni suo singolo episodio racconta alla perfezione la realtà che ci circonda & ammorba, portando alla mente tutte quelle facce di cu*o che invadono la nostra quotidianità tramite tv/giornali/web e non mi sto riferendo solo alla cosiddetta classe politica, ma anche a tutta quella pletora di pseudo opinionisti/cronisti/giornalisti/filosofi sempre pronti a (fingere di) dibattere sulla boiata del momento, slide o semplice linea guida che sia.

“Porconomia” gira dunque alla grandissima, traendo ulteriore vigore da un Zona Mc differente rispetto ai precedenti lavori, meno filosofeggiante e più satirico e pratico, meno macro e più micro, novità che si avvertono non solo nelle parole ma anche nelle strumentali, con il consueto tappeto breakcore, comunque sempre invasivo ed ulcerante, più ritmato e saltuariamente ammorbidito da fugaci momenti cazzari in chiave house e unz unz.
Tutto ciò a riprova del fatto che quando capita sotto mano un lavoro di Zona non ci si può assolutamente limitare a sentire, la sua non è musica di contorno e happy hour, non è immagine, ma al contrarissimo è fatta per comunicare rompendo gli schemi, insomma “non fa boom, fa crack”.

Voto: “porco-bio”, che bomba!!!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=5ydcgupMHpc[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close