Menu

Recensioni

Molé – RGB

2014 - Rare Noise Records
free jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Sub-All
2. Reasons
3. Trichromatic
4. Winip
5. Freelance
6. Rodriguez
7. T. Overlap
8. Ine Sest
9. Wix

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Sonorità bizzarre provenienti dal Messico. I Molé tornano con un nuovo disco che trascende il concetto stesso di musica.

Di base c’è sempre quel complicato dialogo tra pianoforte e batteria, marchio di fabbrica per questo duo sperimentale. Stavolta però a questa conversazione virtuosa ed allucinata si aggiunge anche il basso di Stomu Takeishi, musicista newyorkese di origini giapponesi. E il melting pot è fatto, in tutti i sensi.
Rigorosamente strumentale, a metà tra free jazz e post-rock, con ritmiche spezzate e voli pindarici, “RGB” passa dalle trapananti note aggrovigliate di “Trichromatic” in cui domina in particolar modo il jazz intenso del pianoforte assumendo tonalità a tratti rabbiose e a tratti romantiche a “Freelance”, brano sinuoso e passionale sull’ambient dall’atmosfera quasi cosmica, dall’esplosiva “samba” di “Rodriguez” allo scenario post-apocalittico di “T.Overlap”. Un mix tra jazz e rock contaminato da una leggera e rarefatta elettronica mai troppo invadente. Fiore all’occhiello l’accattivante e tormentato fusion di “Ine Sest” e di “Wix”, coda lunatica e misteriosa di questo lavoro.

Un disco dipinto da tre colori soli che fusi insieme ottengono un’infinita serie di sfumature. Una sorta di piano trio contemporaneo che evade gli schemi.
Buone nuove da oltreoceano.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close