Menu

Recensioni

Fugazi – First Demo

2014 - Dischord
post-hardcore

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Waiting Room
2. Merchandise
3. Furniture
4. Song # 1
5. The Word
6. Bad Mouth
7. Break-In
8. Turn Off Your Guns
9. And The Same
10. In Defense Of Human
11. Joe # 1

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Correva l’anno 2001. I Fugazi pubblicano “The Argument”. Poi, ufficialmente, una pausa interminabile, un silenzio assordante. In altre parole, il nulla. Uno scioglimento mai annunciato è tutto ciò che i Fugazi hanno saputo lasciare ai loro fan. Ma che non potesse finire tutto così all’improvviso, senza un ultimo squillo, era chiaro.

Ecco perché, a fine 2014, esce “First Demo”. Magari non sarà nemmeno l’ultimo acuto della band – e sarebbe bello se fosse così – ma nel frattempo c’è da accontentarsi di questo. Una raccolta, dal titolo eloquente, che recupera vecchie produzioni dei primissimi Fugazi, risalenti al lontano 1988, in cui è facile percepire la combinazione fra i Minor Threat di Ian McKaye e i Rites Of Spring di Guy Picciotto.
A quel tempo i Fugazi spegnevano la loro prima candelina. Ora, forse, ne rimane materiale per collezionisti e fan incalliti. Ma anche un pezzo di storia, dei Fugazi e non solo. Una sorta di flashback, un sunto dell’esperienza-Fugazi: arzigogolate linee di chitarra e di basso e la solita grintosa batteria, ma anche un marcato uso del sing-along. Fra punk e hardcore, come sempre, ma con una forte tensione verso la sperimentazione, sempre coerentemente con una filosofia e uno stile che nemmeno il tempo può strappare dalla pelle di una band come i Fugazi.
Non è casuale la scelta di aprire con pezzi che saranno poi fra i classici della band: “Waiting Room”, “Merchandise”, “Furniture”. Una sorta di strano ritorno al futuro, frutto di trentacinque minuti ad alta intensità.
Versioni altre di canzoni che avrebbero poi fatto la storia della scena hardcore, pur imbevute di punk e non solo, ma altrettanto piacevoli da ascoltare. In questi tre pezzi c’è già tutta l’ansia di divincolarsi dagli strattoni del mercato, ma sono presenti anche alcuni inediti, tra cui spicca “Turn Off Your Guns”, ad onor del vero non del tutto nuovo ai fedelissimi, perché già proposto in concerto.

“First Demo” è un lavoro e coerente con uno stile e un’identità che già agli albori sembravano fortissimi. Giù il cappello dinanzi a una band che ha saputo essere sempre e solo se stessa per un’era. Insomma, materiale per nostalgici ma non solo, sperando che dopo questa raccolta, alla voce “storia dei Fugazi”, possano esserci – ancora – i puntini di sospensione.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=qBhmUUVkcE8[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close