Menu

Recensioni

Eugenio Finardi – Fibrillante

2014 - Universal
cantautorato

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Aspettando
2.Come Savonarola
3.Lei s'illumina
4.Cadere sognare
5.La storia di Franco
6.Fibrillante
7.Le donne piangono in macchina
8.Fortefragile
9.Moderato
10.Me ne vado

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Fibrillante è il nuovo sentiero che conduce Eugenio Finardi alla sua ultima forma-rivelazione di musicista. Il disco, prodotto da Max Casacci(Subsonica), con l’ausilio di Giovanni Maggiore, negli studi di Torino è uno di quei lavori che va acquistato e fatto maturare negli ascolti.

È una fotografia dei giorni nostri, è reale e amaro come le tragedie sociali che si animano oggitempo. Racconta storie di padri soli, alcol e micro-vite raccolte in ospedale o nelle strade di tutti i giorni. Trame che conosciamo tutti sulla nostra pelle ma che Finardi e la sua Band sono riusciti a raccontare in modo sincero e genuino senza sovrastrutture. Senza morali. Senza godimenti per la perdizione come molti neocantautori tendono a fare dopo aver letto, magari per la prima volta, qualcosa di Bukowski. È un disco vivo che unisce in coro le voci di tutti noi e le orienta verso un quadro unico. Traccia un percorso, in un labirinto, senza voler essere troppo invasivo. Abbinato a ciò arrangiamenti interessanti, molto interessanti e un sound moderno fanno percepire l’ottimo livello della produzione. Molti punti forti del disco si ritrovano nei testi scritti a quattro mani come Cadere Sognare (e con comparsa alla voce di Manuel Agnelli) e La Storia di Franco.

Il disco si conclude con la semi-spoken-word Me Ne Vado, l’ora delle parole giunge a termine, il tributo agli Area si dissolve, ci si mette cappotto e cappello e il silenzio prende forma in così contrastante forma con l’iniziale e “angelica” Aspettando.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=_doonUGFCCk[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close