Menu

Recensioni

Carlo Maver – Tracce D’Africa

2014 - Autoproduzione
jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Afro flute
2. Tana milonga
3. Chansonne des Chameaux
4. Monsieur Coulibaly
5. Boa noite lei
6. Rio de la plata
7. Preghiera per Romualdi e Fabiani
8. Carrugi e malasorte
9. Afro flute 2
10. Choro pra bandoneon
11. Tubabu
12. Pinocchio
13. Pifanos

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Il tango incontra i ritmi dell’Africa, le sinuose melodie orientali e scenari tropicali in questo “Tracce d’Africa”, terzo capitolo musicale per il bandoneonista  . Un lavoro misterioso che ci conduce in luoghi inesplorati alla fine del mondo.

L’avventura impervia nel deserto raccontata dai flauti ipnotici di “Chansonne des Chameaux” che ci porta proprio tra la sabbia bollente e le dune alla ricerca di qualche rara oasi. L’incontro tra il rock e il tango in “Monsieur Coulibaly” tra calde atmosfere esotiche. La delicata, romantica e rarefatta bossa nova di “Bona Noite Leo”. I ritmi brasiliani fusi con il jazz/tango di “Choro Pra Bandoneon”. Oppure la vivacità accattivante di “Tubabu”, un mix tra un valzer jazzato e elementi africani. Il disco del signor Maver si muove con agilità tra una sonorità e l’altra, tra una tradizione musicale e l’altra, abbattendo con le note qualsiasi confine o barriera. Originale e sorprendente, “Tracce d’Africa” sa come catturarci e guidarci dove vuole lui, a zonzo a piede libero per il mondo.
Una sorta di musica etnica adatta a qualche spirito ribelle e vagabondo, che non vuole mettere radici e che trova frammenti di se stesso nella storia di popolazioni diverse. Il ritratto di un’identità persa per il globo che non conosce differenze culturali e distanze geografiche.

Carlo Maver raggiunge un nuovo livello di sperimentazione. Una sperimentazione decisamente coraggiosa ma geniale. Prendete il primo volo con “Tracce d’Africa” nelle orecchie.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=yFH1WUzP81k[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close