Menu

Recensioni

Hierophant – Peste

2014 - Bridge Nine
metal / hardcore / crust

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Inganno
2. Masochismo
3. Nostalgia
4. Sadismo
5. Apatia
6. Paranoia
7. Sottomissione
8. Alienazione
9. Egoismo
10. Inferno

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Metti su un disco e ti cada la faccia alla prima nota. “Peste”, il nuovo lavoro degli Hierophant, fa questo effetto.

Metti, fai play e blam, la faccia te la ritrovi sulla scrivania. Una furente selva di chitarre allucinate e una carrellata di burst beat feroci ti assalgono su “Inganno” e ti smembrano, la voce è cane infernale tra le viscere, non è solo saturante, è follia allo stato brado, e l’odio serpeggia senza pietà immerso nell’oscurità d-beat più merdosa e folle ma non è solo questo, non è solo come se i Nausea banchettassero con l’anima dei Converge, c’è altro, c’è una immersione blackened orrifica, c’è l’epicità sulfurea di “Inferno”, una colata di anti-melodia e disperazione insensata, c’è l’ipnotismo hc marcescente di “Paranoia” e ancora lo scoramento dilaniante dell’ansiogena “Sadismo” che finisce dritta nell’über disturbo di “Masochismo” violentata da percussioni che divelgono il tempo e colpiscono dritte al sistema motorio.

Vi consiglio di tenervi su la faccia come potete. Da “Peste” non si esce vivi. Non è solo un disco violento, è catarsi dell’annientamento di sé.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=rWn5f_Iphwg[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close