Menu

Recensioni

Claudio Palumbo – Tutti Ci Scoglionammo a Stento

2014 - Doremillaro (SB) RECS
cantautorato

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Bentornata Vana Gloria
2. Tra Me e Me e Me
3. Il Nichilista
4. Carta Igienica
5. Compagno in Ritardo
6. Babangida
7. Perplesso
8. La Canzone del Vecchio Maniaco
9. Carta Igienica (hardcore)
10. La Canzone Del Bimbo Ipertrofico
11. Tra Parentesi
12. Carta Igienica (Basile Dal Ghetto)
13. Sherwood Anderson
14. I Piccioni Non Hanno Piu? I Riflessi Di Una Volta
15. Carta Igienica (clero al Cloro)
16. Ballata per Chi non Balla

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Se state cercando liriche sopraffine, chitarre incredibilmente eccitanti, pezzi lunghissimi che partono lentamente per coinvolgervi pian piano, ritmi incredibilmente accattivanti e voce che sa stare sul tempo e sulle note, potete andare. Se cercate l’indie profondo, che utilizza parole toccanti per farvi emozionare dalle cuffie, potete andare.

Se “quanta merda fuori dal cesso / mi sento alquanto perplesso” non vi sembra una cosa poi così stupida con cui iniziare un pezzo, forse ci siamo.

Claudio Palumbo fa quella musica lì, con poca voglia di farla (a giudicare dalla voce stentata e dal titolo dell’album), che va oltre tutti i canoni, che è fatta per sembrare sia una presa in giro per chi non la ascolta bene. Tanta chitarra che non prova a spingere chissà dove, dei testi che a tratti sfiorano la mancanza di senso e a tratto si perdono nella genialità (Compagno in Ritardo), qualche sprazzo elettronico, qualche suono aggiunto. Tanta irriverenza, strafottenza, capacità di non prendersi seriamente per un po’, senza finire di nuovo nel solito album indie: dal vivo Claudio Palumbo deve essere qualcosa di molto bello.

Ballata per Chi non Balla, che chiude tutto, è un pezzo splendido, con costruzione elettronica, davvero splendido, alla faccia di tutti. Per il resto va bene, la qualità la lasciamo un po’ dove ci pare, ma la musica vera è anche (fortunatamente) fatta così, ha lo scopo di comunicare e in questo caso ci riesce molto meglio di moltissimi altri gruppi ben più famosi.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=2k3uvF-EsmE[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close