Menu

Recensioni

CarmenSita – Outta Khali Phobia

2015 - Autoproduzione
psych / rock / acoustic

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Outta Kali Phobia
2. Don't forget to dance
3. Move on
4. La noia ha fame
5. She's a godness
6. Trouble
7. Deep water

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ecco un disco che ci fa pensare che la primavera non è poi così lontana: Outta Kali Phobia dei CarmenSita. Si tratta di un duo dal sound che sta piacevolmente in tre scarpe: Soul, Folk e Pop-rock, con l’obbiettivo pienamente raggiunto di fare della contaminazione originalità.

La voce della brava cantante Carmen Cangiano (vincitrice del premio Janis Joplin 2010) è abbastanza “black” da farci immaginare scenari da vicolo Newyorkese, mentre l’ottimo chitarrista acustico Claudio Fabbrini si muove in territori diversi, tra il mediterraneo e il mediorientale. Quest’ultimo si mette particolarmente in luce per un’elevata tecnica chitarristica e un buon grado di virtuosismo, da cui parte per creare intrecci ritmici e melodici apprezzabili per l’imprevedibilità e per una certa tendenza alla psichedelia. Claudio non rappresenta solo uno sfondo musicale adattabile alle diverse esigenze della cantante, bensì un indiscutibile coprotagonista dell’opera in questione, nonchè vero e proprio punto di forza del gruppo stesso. I testi sono in inglese, tutti ben costruiti, ben pronuciati ed egregiamente cantati, ma è presente anche una canzone in italiano (“La noia ha fame”) che non sfigura affatto tra le altre, manifestando anzi un bilinguismo musicale che non è mai da dare per scontato. Ad arricchire il suono poi, l’utilizzo di ukulele e harmonium indiano da parte di Carmen, nonchè la collaborazione del percussionista Dudu Kouate.
Meno riuscito è forse l’Artwork del disco, che seppur ammirabile esempio di autoproduzione artistica a 360° (l’autrice è la stessa Carmen), appare un po’ come quegli scarabocchi che si facevano alle medie durante l’ora di supplenza.

Sta di fatto che rimane palese la qualità musicale e creativa del progetto, per cui non si può che augurare a questo duo di musicisti al loro disco d’esordio, ma ormai non più adolescenti, ogni futura e meritata fortuna.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=miPcLhXi2Fs[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close