Menu

Recensioni

Le Voci Di Corridoio ft. Jula De Palma – Speciale per Lelio

2015 - Zanetti Records
swing / jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Eccezionalmente sì
2. Vecchia America
3. Mia Vecchia Broadway
4. Quando Una Ragazza A New Orleans
5. Medley
6. L'Importanza Del Microfono
7. Rabarbaro Blues
8. Incredibile Amor
9. Uno Come Me
10. Canto Anche Se Sono Stonato
11. Mi Piace
12. Dr. Jeckyll Mr. Hide
13. Messaggio

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Swing e Lelio Luttazzi. Una certa classe, la televisione in bianco e nero, gli anni cinquanta.

Le Voci di Corridoio ci riportano in una determinata epoca storica, in un periodo di rinascita. E lo fanno insieme ad un nome d’eccezione, la signora del jazz italiano Jula De Palma, lontana dalle scene da molto tempo. Un tributo notevole alle musiche di una grande figura storica della nostra tv.

Attore, showman, cantante, musicista: Lelio Luttazzi è stato molte cose. Le Voci di Corridoio rendono omaggio a questo personaggio storico con un disco in cui alcuni brani scritti e composti dal Luttazzi stesso vengono rivisitati in una chiave nuova, fedele all’impronta originale ma più contemporanea, come se il gruppo avesse voluto togliere la polvere da sopra ogni nota. E lo fanno con un nome importante, con quella Jula De Palma che ha finalmente deciso di tornare a cantare proprio per questa occasione.

Lo swing allo stato puro con un leggero velo di malinconia, la chiamata alla ribalta di pezzi come “Vecchia America” o “Quando una ragazza a New Orleans”, pezzi in cui sembra di stare più sulle rive del Mississippi che in Italia e in cui la jazz band coinvolge con il suo stile luminoso ed ironico, con la sua eleganza e le voci limpide, con gli scenari retrò e con un pizzico di nostalgia rivolto al passato. Dai ritmi più dilatati e rilassati di “Rabarbaro Blues”, ai toni più scatenati e al sarcastico canto scat di “Incredibile amor”, passando per “Mi piace”, la passionale ballata dalle atmosfere calde e notturne che Luttazzi e Leo Chiosso scrissero proprio per Jula De Palma e nella quale esplode la voce sublime della cantante, e arrivando al frizzante ma allo stesso tempo introspettivo piano jazz di “Messaggio”, closing track in cui il pianoforte intraprende un virtuoso monologo e voci e strumenti vari si spengono in un silenzio totale.

“Speciale per Lelio” è un esempio di uno swing vecchio stile, trascinante, unito ad un cantautorato allegro ma pungente. L’anima di un grande protagonista della tv e di un musicista importante reincarnata in un vortice di energia. Un jazz fresco, distinto, simbolo di un amore viscerale per la musica ed espressione di una grazia appartenente a pochi. Speciale davvero.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close