Menu

Recensioni

Dies – Non È Facile Raccontarsi

2015 - Audioplate
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Non è facile raccontarsi
2. Un frammento feat. Sphera
3. La via più facile feat. Messia, Loch e Fech
4. Ritorna
5. Morto adesso feat. Jhona e Fato
6. E' questo che vuoi
7. Il mondo inverso feat. Fech e Zoro
8. La fine è un inizio

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Esattamente come quei cibi che “uno tira l’altro”, dopo essermi imbattuto per caso nei Kintsugi e nel loro eccellente “Master of Kintsugi” non posso resistere alla tentazione di dedicare un ascolto all’opera prima di Dies, presente in “Distanti” ossia uno dei pezzi più interessanti nell’esordio dei K.

Il rapper bolognese dà l’idea di essere cresciuto a pane e rap old school, con il boom cha tatuato nel cuore e nel cervello, back ground che permea in profondità ogni traccia di questo “Non e? Facile Raccontarsi”, ep dal sound lineare, tendenzialmente polleggiato e che così mette ancora più in risalto la forza e maturità compositiva di Dies.

“Quando non c’è un senso in quello che fai/ non vedi un valore in quello che hai,/ l’odio diventa la tua ombra/ ma ricorda: è quello che dai che ti ritorna” è la perfetta sintesi di quanto appena detto. Zero bullismi o cazzate modaiole, sempre & solo raccontare e raccontarsi quasi che il Nostro stesse musicando il proprio diario, quello riposto sotto il materasso e chiuso con chiavetta attaccata alla collanina. I toni sono riflessivi ma coinvolgenti, non ci sono strappi né forzature, con le 8 tracce da ascoltare preferibilmente in solitaria, con cappuccio della felpa calato sul cranio + visiera abbassata a nasconderci dal resto del mondo.

Concludendo, ep da procurarsi immediatamente (in fridaunlod su http://www.audioplate.com/dies-non-e-facile-raccontarsi-2015-free-download/ ), da ascoltare bene e, soprattutto, da condividere a manetta.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close