Menu

Recensioni

Carter Tutti – Carter Tutti Plays Chris & Cosey

2015 - Conspiracy International
elettronica / sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Lost Bliss
2. Retrodect
3. Driving Blind
4. Obsession
5. BeatBeatBeat
6. Workout
7. Watching You
8. Love Cuts
9. Sin
10. Dancing On Your Grave
11. Synaesthesia

Web

Sito Ufficiale
Facebook

A volte vi sono piccoli-grandi ritorni musicali, che sottolineano e ci ricordano alcuni momenti memorabili che furono, aldilà delle celebrazioni. Ma nel nostro caso sarebbe più esatto parlare di “ripercorrenze” , visto che ci riferiamo a Carter Tutti, e all’appena uscito Carter Tutti Plays Chris & Cosey.  

Dagli anni duemila Carter Tutti è l’alias di quel progetto ottantiano che fu originariamente Chris & Cosey, precursore di tanta elettronica sperimentale e synth pop fuori dalle righe. Il cui lavoro sconfinò fin nei novanta, fin già in territori dagli echeggi techno e lievemente ballabili. Qui è doverosa una breve e ulteriore retrospettiva: Chris & Cosey a sua volta, è il nome che Chris Carter e Cosey Fanni Tutti, i due componenti, diedero al suddetto duo electro-synth nel 1981. Tutto questo, dopo essere fuoriusciti entrambi dai Throbbing Gristle. Quel gruppo pioniere dell’Industrial che più d’ogni altro ha importanza capitale, indescrivibile, nella fondazione seminale di certi esperimenti sonori ed estetici, che cambiarono la storia dell’underground. Portando dunque con sé quella matrice fortemente sperimentale e avanguardista, che avrebbe influenzato il decennio, i due  -Chris & Cosey- levarono alla volta di un nuovo immaginario. Lavorando su manifesti dal primitivismo techno, atmosfere synth dal minimalismo talvolta ineccepibile; alcune suggestioni dark e ambientali che si scontravano con una cifra quasi svogliata, accennatamente ballabile, calda e dalla leggerezza  irreale. Pagando a volte la ripetitività di alcune loro produzioni, che il minimalismo esteso rendeva già inafferrabili e immobili. Sono dunque due artisti dal vissuto di questo calibro, quelli che riprendono alcuni dei loro stessi classici, alla luce della loro rinnovata esperienza, in questo Carter Tutti Plays Chris & Cosey. Una ripercorrenza che è anche una rivisitazione, visto che tutti i brani sono riarrangiati con una maturazione verso sensazioni elettroniche più attuali; un compromesso fra ciò che fu quell’avventura, e il riascolto volutamente attraversato dal tempo. Come se quell’electro-pop in potenza, ruvidamente legato al contesto irripetibile dei decenni passati, risbocciasse un momento per noi ascoltatori d’oggi, levigato nella struttura ma non modificato nell’anima, in una sorta di auto-tributo.

Dispiace solo l’assenza di perle che per l’occasione meritavano il rispolveramento dei loro creatori, quali heartbeat, passion, Walking through heaven.  Forse più di alcune presenti in questa inconsueta raccolta. Ma rimane la curiosità di ascoltare brani come lost bliss, driving blind o obsession, filtrati dal presente. Oltreché una versione totalmente inedita (disponibile solo in digitale) di Synaesthesia.  L’effetto finale non è decontestualizzante. Ma una fotografia riaggiornata, che ancora conturba piacevolmente.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close