Recensioni

Raekwon – Fly International Luxurious Art

2015 - Ice H2O
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

01 Intro
02 4 In The Morning
03 I Got Money
04 Wall To Wall
05 Heated Nights
06 F.I.L.A. World
07 1,2 1,2
08 Live To Die
09 Soundboy Kill It
10 Revory (Wraith)
11 All About You
12 Nautilus
13 Worst Enemy

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Vent’anni fa Raekwon ha tirato fuori il suo primo album solista “Only Built 4 Cuban Linx”, un capolavoro assoluto e all’unanimità uno degli album più belli della storia del rap.

In “Fly International Luxurious Art ” troviamo un album pieno zeppo di collaborazioni ma con un lavoro ammirevole nel mettere in mostra gli elementi fondamentali della sua estetica come l’attenzione intensa per i testi. È un album che evita di suonare datato. Quando i giovani rappers di New York come Joey Joey Bada$$ sono criticati (ingiustamente, “B4.DA.$$” è una perla) perché scavano nei vecchi suoni invece di crearne di completamenti nuovi, artisti come Raekwon (45 anni) sono ancora più vulnerabili nei commenti. C’è da dire però che brani come “F.I.L.A. World” sono decisamente terribili e mai avrebbero trovato posto in un album capolavoro come “Only Built 4 Cuban Linx”, di tutt’altro avviso invece “4 In The Morning” dove Raekwon duetta con Ghostface Killah (in formissima) come ai vecchi tempi.
In “I Got Money” invece la collaborazione è con A$AP Rocky (20 anni di differenza), altro brano notevole. “1,2 1,2” con Snoop Dogg (90 anni in due) è una bomba atomica su produzione di Scoop DeVille di impressionante energia.

Questa uscita discografica è un evento, da non perdere. Raekwon ti consente di sapere che i suoi giorni più scuri non sono poi così lontani dietro di lui e che quelle tribolazioni lo hanno aiutato a diventare l’artista senza compromessi che è oggi. Uno dei rapper migliori di sempre e lo dimostra ancora, di quella generazione e scuola nella quale per ‘farne parte’ dovevi essere il top altrimenti restavi a casa a fare il semplice ascoltatore. Considerando il livello del rap attuale queste uscite fanno bene alle orecchie, fanno capire cos’era all’epoca e cos’è oggi. La linea di imbarazzo che divide il passato dal presente.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi