Recensioni

Fraems – Atlas

2015 - Lost Tribe
IDM

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Beneath
2. Foreverism
3. Atlas
4. Afterglow

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Sì, Fraems è uno degli Aucan e sì, la Lost Tribe è un’etichetta inglese. Entrambe le cose fanno forse pensare a qualcosa di potente, con bassi che fanno saltare le casse, qualcosa di adatto ai club dove si balla finché la terra non s’è bella che esposta al sole.

Invece Atlas è un EP molto più pensato, calibrato e insidioso. Ha preso la via di un’elettronica più rigida, sottoposta ad un accuratissimo occhio che la domina e sembra non volerla mai lasciar sfuggire da nessuna parte. Una musica senza sbavature, dove i suoni entrano quando devono entrare e non un attimo prima o dopo. Non che nei club non sia ammessa, ma forse è meglio evitare le piste piene di gente che non vuole fare altro che saltare, sono quattro pezzi che ci si gode meglio se si prova a rifletterci sopra.

Dà vita ad un mini percorso elettronico che passa attraverso l’asciutta Foreverism verso la più armonica Atlas e si porta verso la chiusura, la più confusa in assoluto e praticamente l’unica cantata, Afterglow. Ci si dimentica davvero dei preconcetti con i quali ci si potrebbe avvicinare all’album, che si dimostra un ottimo lavoro di sperimentazione, fatto per dare vita ad un percorso personale maturo e completo.

Difficile guardarlo come ad un EP di debutto, per la storia artistica pregressa dell’autore, ma se tale fosse sarebbe davvero una punto di partenza di livello eccelso.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi