KINGS OF LEON, una casa vecchia 174 anni per registrare il nuovo album

kings of leon shot for nme magazine, location elms lester painting rooms

Stanno per tornare i Kings of Leon e per dare un seguito al disco del 2013, “Mechanical Bull“, hanno scelto una location piuttosto particolare. Per iniziare le sessioni di registrazione, infatti, il gruppo di Caleb Followill ha noleggiato una casa nella città di Nashville costruita oltre 170 anni fa, 174 anni fa, per la precisione.

L’idea di occupare questa particolare location, come spiegato dallo stesso Followill durante un’intervista per una radio statunitense, è nata proprio durante le registrazioni di “Mechanical Bull“, avvenute in uno studio nella città di Nashville. Secondo Followill la particolare ambientazione contribuirà in maniera decisiva alla definizione del suono del nuovo album, che, come lo stesso Followill ha voluto precisare, verrà ultimato entro la fine di questo 2015 per vedere la luce, presumibilmente, nei primi mesi dell’anno successivo, anche in ragione dei numerosi impegni on stage del gruppo, che nei prossimi mesi sarà in Europa in Spagna, Islanda, Ungheria, Germania e Gibilterra.

Le cinque date sono le uniche confermate dopo la cancellazione del tour statunitense in conseguenza del grave incidente occorso al tour-bus della band, incidente costato più di qualche giorno di ospedale al fratello di Caleb Followill e batterista della band, Nathan.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi