Recensioni

Francesco Paura – Darkswing

2015 - Full Heads
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Alice in Chains
2. Un mondo difficile, Pt. 2 (feat. Danno, DJ Craim)
3. Il ritorno del guaglione (feat. DJ 2P)
4. Ma quali idoli
5. Sogno loro
6. Bomber (Bud Spencer)
7. Nuoto nel Flow (feat. Clementino)
8. Overdrive (feat. Ison)
9. L’ascia di guerra
10. L’amore (feat. Don Diegoh, Ensi, Kiave)
11. N.A.P.L. (Non ancora pronto a lasciare)
12. Double Dragon (feat. E-Green)
13. Il motivo (feat. Greg Rega)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ieri, oggi, domani. Io, noi, loro. Davvero tante prospettive per questo nuovo lavoro di Francesco Paura Curci, un album intimo e curato ai limiti del maniacale, una sorta di saggio da fare studiare agli aspiranti rapper per quanto riesca a suonare old school ma pure attuale, partenopeo ed internazionale, ambizioso ma educato, cupo e sotterraneo quanto pure radiofonico ed orecchiabile.

13 tracce ricche di emozioni in flow motion per un disco che suona bene fin da subito ed anzi, come il buon vinello, migliora con il passare degli ascolti e che si rivela forte e pastoso su tutta la linea, anche se risulta impossibile non segnalare alcune molotov tipo “Un mondo difficile pt. 2”, beat mostruoso da fondale marittimo ed un Danno da commozione pura, “N.A.P.L. (Non Ancora Pronto a Lasciare)”, perfetto manifesto artistico di Paura ed infine “Overdrive”, gratificante e democratica copula tra una base easy listening e rime che tagliano l’anima.

Il bello di questo disco è che rappresenta al 100% il rapper napoletano, un uomo alla soglia dei 40 legato al proprio passato sì, ma che è immerso alla perfezione nel presente e con lo sguardo già rivolto al futuro. I (grazieayeezus) pochi ed azzeccati featuring – Clementino compreso!!?? – sempre precisi e mai sbordanti consentono poi interessanti ed appropriate variazioni di timbro e stile ed  evidenziano ancora di più l’eccellente connubio tra vecchia scuola e modernariato di quello raffinato & not zarro, abbinamento certamente frutto di un importante lavoro di ricerca fatto giammai dimenticando però né la propria storia né i traguardi ed obiettivi futuri prefissati.

Concludendo, un altro disco 2015 made in Italy bello bello e da spingere a più non posso.

Bentornato Guaglione!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi