Recensioni

Scisma – Mr. Newman

2015 - Woodworm
rock / alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Mr. Newman
2.Neve e resina
3.Darling, Darling!
4.Musica elementare
5.Metafisici
6.Stelle, stelle, stelle

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Quando penso agli Scisma divento irrimediabilmente malinconico e inizio a sentirmi vecchio. Mi vengono in mente i giorni passati a scuola, il giornalino d’istituto dove si cercava di parlare dei propri gruppi tanto amati, le cassette audio e la casa dei nonni materni. Mi ricordo quando guardavo in TV il video di Rosemary Plexiglas e sentivo la stupenda voce di Sara Mazo. Fu amore a prima vista. Perché gli Scisma sono un dei gruppi rock italiani di cui più andare fieri. Contaminati e contaminanti come pochi, sono rimasti fedeli a se stessi e hanno preferito il cortocircuito ad una vita e gloria di plastica.

Dopo tanti anni di silenzio(micro-apparizioni a parte), Paolo Benvegnù e soci tornano alla carica con un nuovo EP da titolo Mr. Newman. Sono tornati gli Scisma. Attorno a questa rinascita penso ci sia stata molta genuinità ma anche un’operazione di fanservice. Il disco viene annunciato frettolosamente, con pochi dettagli, quasi per paura di non voler deludere le aspettative. Intanto la macchina del marketing inizia a muoversi e il punto di vista passa da Mr. Newman alla ristampa in doppio vinile di Armstrong e Rosemary Plexiglas. Poi si focalizza sul mini tour. E Mr. Newman, a tratti, sembra solo una scusante. Un pretesto per tastare il terreno. Avrei preferito sicuramente un LP nuovo rispetto ad un piccolo bocconcino con l’aggiunta della ristampa delle vecchie glorie in vinile. Tuttavia Mr. Newman è un gran bel dischetto. Gli Scisma riescono a compiere un mezzo miracolo che non sempre succede nelle reunion: c’è una forte alchimia, un senso di unione e amore fraterno. Questi ormai-non-più-ragazzini riescono ad essere ancora frizzanti e potenti. Ma sono anche eleganti e con i piedi per terra. Riescono a raccontare ciò che erano, ciò che sono e ciò che saranno. Raramente si respira un senso di incompiutezza ed è solo la conferma che questo EP è un punto di partenza per un reprise di carriera e non un lavoro fine a se stesso. Il primo singolo estratto da Mr. Newman è Musica Elementare. Il singolo è potente, ritmico, quasi danzereccio. Folle e avvolgente biglietto da visita con su scritto le parole: “Ciao, siamo gli Scisma e siamo tornati”. Personalmente ritengo che la vera hit sia Neve e Resina. Con l’ausilio della chitarra acustica di Alessandro Stefana si dà vita ad un mood avvolgente, delicato e allo stesso tempo caldo. La voce di Sara si unisce a quella di Paolo in un balletto dal sapore fiabesco e fuori dal tempo. E inventerò mondi che non vedrai mai. La title-track, Mr. Newman, risulta ben scritta e suonata e potrebbe stare benissimo dentro il disco Hermann del progetto solista di Paolo Benvegnù, giusto per capire le sonorità. Darling, Darling! e Stelle, Stelle, Stelle rappresentano la parte più folle del disco, con le loro diramazioni che se all’inizio possono stordire, dopo un po’ attirano a se in modo estremamente catchy. Metafisici, oppiacea e onirica, porta ad una dimensione che sembra legata al sonno, all’irraggiungibile o al non realizzato. Infine molto curiosa e degna di citazione la copertina creata da Iacopo Gradassi per Woodworm da un’idea di Paolo Benvegnù.

Gli Scisma, dopo un letargo degno de La bella addormentata, sono tornati con un extended play dal nome Mr. Newman. Sicuramente interessante per i fan del gruppo, per gli amanti del rock italiano di qualche decade fa e anche per i più giovani che potranno scoprire il passato e il presente di un gruppo di cui andare fieri.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi