Recensioni

I Cani – Aurora

2016 - 42 Records
pop / indie / elettronica

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Questo Nostro Grande Amore
2. Non Finirà
3. Baby Soldato
4. Il Posto Più Freddo
5. Protobhodisattva
6. Aurora
7. Una Cosa Stupida
8. Calabi Yau
9. Ultimo Modo
10. Finirà
11. Sparire

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Batterie sparate a 180 bpm, un’ elettronica acida, sporca e stridula, una voce calma e modesta, una lingua tagliente come un Wilkinson su un polpastrello. Era il 2011 e questi pochi elementi portarono I Cani e quello che sembrava poco più che un disco da cameretta sulla bocca e sulle orecchie di tutti, ma oggi quei pochi elementi sembrano aver fatto il loro tempo e Mr. Apple mi perdonerà se affermo che è cambiata solo una cosa, tutto.

Uno dei cambiamenti più grossi di questo terzo album è senz’altro la scelta dei ritmi, che evadono definitivamente dall’electro punk degli esordi per riformarsi in un tecnologico soft-hip hop, passando così da simil-batterie acustiche a beat indubbiamente elettronici. Un’altra mezza rivoluzione sta nelle atmosfere, che da violente, sgraziate e incazzate, risultano ora più pacate, riflessive e irresistibilmente malinconiche, come se il motto fosse diventato “Ok, fa tutto schifo, ma ci sarà pur qualcosa di bello da qualche parte”.

Tutto un altro canile insomma, anche se, per fortuna, il taglio narrativo è rimasto pressochè intatto, con acidule scene di quotidianità giovanile, miste ad un intimismo a tratti disarmante. C’è però una nuova componente notalgico-romantica in queste canzoni, come dimostrano Il posto più freddo, Una cosa stupida e Aurora: brani in cui prevale un senso di solitudine incolmabile e di tenera inadeguatezza, ma anche la speranza sempre un po’ tradita che un giorno le cose andranno meglio. Da notare, inoltre, come rispetto al passato, anche quando sembra prevalere il cinismo, questo risulti comunque addolcito da un nuovo senso di pacifica osservazione. Ciò accade ad esempio in Questo nostro grande amore, in cui viene trattato l’attualissimo tema della tendenza, sempre più frequente da parte dei vip, a commercializzare la propria vita privata; oppure in Baby Soldato, storia di una ragazza che viveva in provincia e sognava le passerelle di Milano e Parigi, con la morale che la realtà non brilla mai come nei sogni.

Caso a parte, nella generale destabilizzazione, appaiono due canzoni in particolare: Non finirà e Protobodisathva: la prima quasi daftpunkianamente funky dance, la seconda una sorta di radio-hit alla Max Gazzè, ma dallo strano piglio mistico-scientifico (concept che tra l’altro sembra ritornare spesso nel corso del disco).

Ciò che appare indubitabile è che l’autorialità di Niccolò Contessa abbia ormai preso il sopravvento su qualsiasi altro aspetto musicale del progetto, portando l’artista romano ad una sorta di meritata elevazione al rango di “cantautoreattuttiglieffetti”. Ma a cosa dobbiamo la percezione di questo upgrade? Probabilmente ad un maggior senso di ricercatezza, che si concretizza in forma poetica nella scrittura e stilistica nel cantato: meno frasi ad effetto, insomma, è più solidità strutturale, la quale arricchità da sfumature vocali inedite, si fa portatrice di sincere emozioni umane, quasi che chi le canta le stia ancora vivendo. D’altra parte, noi che queste emozioni le ascoltiamo, finiamo per provarle sulla nostra pelle, immedesimandoci in storie che, seppur apparentemente sconosciute, sembrano parlare maledettamente bene di noi.

In Aurora I Cani non abbaiono, piuttosto ululano malinconicamente davanti ad una luna tonda ed enorme, come l’occhio di Niccolò sulla sua cover; se Glamour risultava una stabile piattaforma su quel burrascoso mare che fu il disco d’esordio, quest’ultimo lavoro appare più come una scala. Viene da chiedersi, mentre si sale, dove i suoi pioli porteranno.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi