Recensioni

Willie Peyote – Educazione Sabauda

2015 - ThisPlay Music
hip-hop / alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Peyote451 (L'eccezione)
2.Che bella giornata
3.C'era una Vodka
4.La scelta sbagliata (feat. Tormento)
5.Interludio
6.L'outfit giusto
7.Willie Pooh
8.Etichette
9.Giudizio Sommario
10.Io non sono razzista ma...
11.Vecchio ho fatto un sogno (skit)
12.La dittatura dei nonfumatori
13.Nessuno è il mio signore (feat. Ensi, Paolito)
14.Truman Show (feat. Godblesscomputers)
15.E allora ciao

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“A metà tra il rap hardcore e la canzone d’autore, non per essere il migliore ma l’eccezione”. Ecco, basterebbero queste poche parole per capire chi è Willie Peyote e come questi si pone (da sempre) all’interno della scena italiana. Ma già che ci siamo sprechiamo altri vocaboli per raccontare questo suo nuovo lavoro che, giochiamo fin dal principio a carte scoperte, pur suonando facile facile e gradevole, riesce a non perdere mai appeal, ascolto dopo ascolto.

Sarà per le eterogenee strumentali +/- a metà strada tra quanto fatto in solitaria nel passato e quanto offerto in compagnia dei Funk Shui Project. Sarà per la direzione artistica del fido Frank Sativa, abilissimo nel costruire un’intelaiatura sonora pressoché perfetta, scorrevole ed orecchiabilissima sia con strumentali classiche, suonate per davvero ed orientate al funk, soul e swing, sia quando si resta in ambientazioni più rap canoniche. Sarà la capacità di Willie di descrivere e descriversi con una semplicità disarmante grazie all’oramai affermata maestria nel mischiare “cinismo con il miele”. Sarà che ogni volta che si ascolta il granata si ha la sensazione di avere di fronte un amico, un compare di bevute con qualche scheletro nell’armadio – “ho avuto dei problemi con l’alcool in passato, ma ora va tutto bene siamo tornati insieme” –, un personaggio malinconico sì ma proattivo, che utilizza cioè questa sua caratteristica endemica per aprirsi, per interagire, per comunicare.

Sarà quel che sarà, il risultato finale sono 15 tracce piacevolissime e da loop pesante, con particolare menzione per quelle meno suonate e dunque più standard tipo “Interludio”, “Etichette”, “Giudizio sommario” e “Nessuno è il mio signore”, non dimenticando poi l’unico momento sperimentale alias “Truman show”, con produzione top gamma made by Godblesscomputers.

Concludendo, la vera novità è che non ci sono novità. Willie Peyote & staff certezza assoluta!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi