Recensioni

IO e la TIGRE – 10 e 9

2016 - Garrincha Dischi
indie / punk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Revolver
2. L’Appuntamento
3. I Santi
4.Tu non Sei il Mio Ex
5. Lentamente
6. Io e il Mio Cane
7. Lui Sta Sognando
8. Come Un Sasso In Una Scarpa
9. Lei Sa
10. Non Hai Vinto Tu
11. Povero Cristo
12. Buonanotte

Web

Sito Ufficiale
Facebook

L’EP d’esordio aveva coinvolto molto, dalla critica al pubblico, lanciando il duo verso una serie di date e un possibile futuro più stabile dell’autoproduzione: il disco è ora sotto la grande ala della Garrincha, un’etichetta che si rivolge ad un pubblico perfettamente adatto ai suoni che non smettono di trascinare con loro.

Grandissima qualità del suonato, del cantato, dell’attitudine artistica generale: risulta sempre più facile vedere un futuro roseo per IO e la TIGRE.

Rimangono ruvide e rudi quando serve, senza troppo immergersi nella musica indie (per la definizione diffusamente italiana del termine) come si poteva temere, rispettano tutte le promesse e le aspettative che ci si era fatti, muovendosi tra stili mai troppo lontani uno dall’altro. Ripescano influenze più o meno recenti, da un cantautorato femminile aggressivo e incisivo ai rimandi verso gli anni 70/80, mescoldando tutto nelle tonalità rock che sempre portano con loro.

Dalla trasognante Lentamente al punk di Come un Sasso in una Scarpa (schitarrata, ritmata, urlata) di strada se ne fa, passando per I Santi e la sua calma e per Lei Sa dove si mescolano la bellissima pulizia della voce alla confusione (voluta e apprezzata) del suonato nel ritornello: tutta strada che scorre piacevole sotto i piedi, che lascia sempre la voglia per il pezzo successivo e la speranza che non si adagino mai.

Un disco che passa rapido all’orecchio dal primo ascolto e si concretizza poi pian piano, con dieci (su dodici) pezzi sotto i tre minuti, destinato a catturare una ampissima parte di pubblico per la sua capacità di rinnovarsi partendo sempre da una base che si rifiutano di tradire. Conclusioni nuove con la stabilità del proprio bagaglio musicale, c’è davvero poco da chiedere di più.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi