The Pills – Sempre Meglio Che Lavorare, di Luca Vecchi

ThePills_SempreMeglioCheLavorare_PosterStalloMessicana

Scheda

Titolo originale: id.
Nazione: Italia - 2016
Regia: Luca Vecchi
Soggetto e sceneggiatura: The Pills
Fotografia: Vito Frangione
Montaggio: Roberto Cruciani
Musica: Federico Bisozzi
Genere: commedia
Durata: 90’
Sito internet: https://www.facebook.com/ThePillsIlFilm/timeline
Cast: Luigi Di Capua, Matteo Corradini, Luca Vecchi, Giancarlo Esposito, Mattia Coluccia, Betani Mapunzo, Francesca Reggiani, Margherita Vicario, Angela Favella, Andrea Colicchia
Produzione: Pietro Valsecchi
Distribuzione: Medusa film
Nelle sale dal: 21 gennaio 2016
Voto: 5

Tre ragazzi della periferia di Roma decidono di passare le loro giornate in un’eterna adolescenza, interrogandosi, per scherzo, sul senso della loro vita; fra ricordi dell’infanzia, genitori che paiono regrediti allo stato giovanilistico e citazioni cinematografiche di stampo ‘Tarantiniano’. Il loro obiettivo apertamente dichiarato: trovare un modo, qualunque esso sia, per non andare a lavorare: né ora né mai.

Può un terzetto di ‘Youtuber’ incalliti riuscire a generare una pellicola di alto livello che possa diventare un caso cinematografico? A vedere questo primo prodotto cinematografico dei The Pills, letteralmente ‘Le Pillole’, esattamente come quelle proposte dal loro ‘canale’ on-line, parrebbe di no.

La post adolescenza perenne nella quale Luca, Matteo e Luigi vivono, ricorda nemmeno troppo velatamente le lunghe giornate intraviste nel ‘Paz’ di Enrico De Maria, fra studenti fuori sede, che in quel caso solcavano il capoluogo emiliano trascinandosi da un esame di semiotica del cinema a canne rollate sotto i portici. Qui il personale portico del terzetto di ‘regi-attori’ improvvisati, si perché Luca Vecchi si è anche cimentato nel ruolo di regista, è la cucina di casa loro, dove si incontrano con regolarità scientifica per sezionare le rispettive esistenze, scolare ettolitri di caffè e, ovviamente, rollare le immancabili canne.

Quella che quindi poteva essere un’ottima idea per narrare in chiave ironica il vero esordio dei The Pills e la vita dei quasi trentenni ben istruiti e imbottiti di Tv di oggi, è invece da annoverare fra le occasioni perse, a dimostrazione che probabilmente se si è diventati celebri su una piattaforma, in tal caso partorendo decine di ‘webisodes’, non è detto che si sia anche capaci di trasferire il tutto sul grande schermo. Peccato anche perché l’argomento avrebbe meritato miglior destino il tutto nonostante la presenza di ottimi caratteristi, Francesca Reggiani e Giancarlo Esposito su tutti, diventando invece un semplice coacervo di scene già intraviste on-line proprio sul canale di Matteo, Luca e Luigi, ove fra citazioni di film di cassetta, ma è impossibile o quasi scovarle tutte, si arriva stancamente a un finale che vorrebbe fungere da morale ma che alla fine non diventa un nuovo ‘ultimo bacio’ ma uno stimolo semplicemente per visitare il divertente canale youtube dei tre.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni Cinematografiche

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi