Recensioni

Muschio – Zeda

2016 - Argonauta Records
stoner / psych

Ascolta

Acquista

Tracklist

    1. Laboratorio Lacrime
    2. La Custre
    3. Fuzz Ceremony
    4. Scure
    5. Burian
    6. Lama
    7. Fungus
    8. Emma
    9. Butterfly Fever

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Gli schiaffi arrivano da Verbania e fanno male. “Zeda” è il secondo disco dei Muschio ed è un monolite elettrico nero come la pece.

Il trio non lesina su nulla. Che siano gli elementi epici, con il retrogusto vocale dei Sottopressione di “Laboratorio Lacrime”, l’acrimonia sventraculi di “Fuzz Ceremony”, gli stomp melvinsiani di “Scure” seguiti dalle virulenze di “Burian”, l’assalto frontale della maligna “La Custre”, le tendenze psych sotterranee della splendida “Lama”, sorella delle allucinazioni di “Butterlfy Fever”, l’ambiente è sfiancante e asfissiante e al contempo fresco come azoto liquido cacciato in gola, scusate se è poco.

In poche parole Argonauta Records non ne sbaglia una, e “Zeda” ne è la riprova. Daje.

 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi