Recensioni

Lorenzo Masotto – Rule And Case

2016 - Preserved Sound
piano / strumentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Senhal
2.Purple Lake
3.Chrono
4.Orient Express
5.Kepler 452 b
6.Polyphonic Dreams
7.Parkour
8.Photos
9.Sweet Winter
10.Branchie
11.Rainbow

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Lorenzo Masotto, già parte del gruppo Le Maschere di Clara, al suo secondo disco nell’avventura solista, prodotto all’estero e fermo a metà tra musica classica e moderna, tra l’incessante presenza del piano e gli inserti elettronici che sbucano inattesi.

Un lavoro interessantissimo, frutto dell’eclettica esperienza del compositore e dell’apparente incapacità di assestarsi, fermarsi ed accontentarsi di un solo stile. Strumenti più o meno classici si alternano al comando e non mancano di danzare tra loro, portando un contributo più o meno dominante ai singoli brani.
L’artista afferma che ognuno dei pezzi viene da un momento particolare della vita, da un’emozione, qualcosa o qualcuno di visto o di fatto: non è difficile credergli, fosse solo per le reazioni che, a specchio, suscita all’ascolto.
Gli archi che si impongono in Purple Lake tornano aperti al dialogo in Kepler 452 b, l’elettronica dissonante che interviene in Chrono e il jazz e il rock che arrivano d’aiuto in Parkour, coinvolgendo una sezione ritmica ben più presente, sono solo alcuni esempi. Un insieme di stili, di vite, di suoni e strumenti, tutti in qualche modo legati al compositore che ci trascina senza fatica in viaggio dentro di sé, dentro la sua vita passata e la musica che sente in testa.

La capacità comunicativa è impressionante, al di là della innegabilmente splendida esecuzione, l’intero disco si svolge nell’animo dell’artista e si rispecchia nel nostro, un qualcosa che è ben difficile da portare a compimento e che viene esaltato dal mescolio di così tante influenze musicali, diverse ma unite in maniera così armonica da farcele apparire come inseparabili.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni