PRINCE: si tende ad escludere l’ipotesi del suicidio

prince1

La morte di Prince ha scosso il mondo della musica e non solo e, nei giorni immediatamente successivi alla tragedia, quello che tutti attendono con ansia è una delucidazione ufficiale sui motivi della sua scomparsa. Il corpo di Prince fu ritrovato, nella giornata di giovedì 21 aprile, all’interno di un ascensore nello studio di registrazione di casa sua. Gli inquirenti hanno al vaglio un ventaglio piuttosto vario di ipotesi anche se, da questo ventaglio, si tende ad escludere l’ipotesi del suicidio, in quanto sul corpo di Prince non sarebbero stati rinvenuti “traumi” riconducibili ad un gesto del genere.

Tuttavia, per poter escludere in maniera definitiva tale ipotesi bisognerà attendere qualche settimana (nelle ipotesi più ottimistiche qualche giorno), per avere il risultato dell’autopsia eseguita nella giornata di venerdì. Rimane, infatti, ancora in piedi l’ipotesi di un’overdose da farmaci, il Percocet, che il cantante assumeva da più di qualche tempo dopo aver subito un’operazione all’anca che gli procurava ancora dolore. Anche se il luogo del ritrovamento del corpo lascerebbe cadere qualsiasi ipotesi di premeditazione da parte dell’artista statunitense. Il vice sceriffo della contea di Carver, Jason Kamerud, in merito all’accaduto, ha comunque confermato che non è possibile escludere, ad oggi, qualsiasi ipotesi di reato.

 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi