Recensioni

Diecicento35 – Il Piano B

2016 - Autoproduzione
pop / rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

    01.Amarinverni
    02.La Primaveravolta
    03.Gatti Neri
    04.Respiro Meglio
    05.In Caso D’Incendio
    06.Non Conviene
    07.Antigravità
    08.Slim
    09.Matrimoni
    10.Centomila
    11.Passerà

Web

Sito Ufficiale
Facebook

L’energia c’è. Una sana rabbia anche. Ma manca qualcosa in questo primo lavoro dei Diecicento35.
“Il piano B” risulta ancora piuttosto acerbo, anche se l’idea c’è ed è anche piuttosto valida.

Un graffio non troppo profondo quello della formazione torinese.
Un pop-rock sporcato di attitudini punk e decorato con un violino elettrico. Il che sarebbe anche un esperimento originale. Ma che deve ancora trovare una sua dimensione, acquisire carattere e potenza. Uno strano incrocio tra chitarre pesanti e cantautorato, con una voce forse un po’ troppo dolce e limpida (piacevole, chiara, ma manca un po’ di mordente).
Dal punk-rock di “In caso d’incendio” a “Slim”, una sorta di ballata arrabbiata solo voce e chitarra, da “Matrimoni”, pezzo dal sapore cinico con una simpatica intro, a “Centomila” in cui chitarre e violino intraprendono un dialogo interessante: “Il piano B” contiene spunti piuttosto validi che andrebbero approfonditi e sviluppati meglio.
Un sano rock, semplice, senza tanti inutili fronzoli che però deve definire meglio la sua personalità, con più decisione e meno paura.
Una forza insomma che c’è, è presente, ma che aspetta di uscire fuori completamente, di farsi le ossa.
Un album tuttavia genuino e sincero, una prima prova sulla quale cominciare a costruire qualcosa di più incisivo.

Rimaniamo in attesa di un pugno più duro, di contorni più nitidi.
Di un piano A.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi