Acustici gagliardi per gente da divano #1: AN HARBOR

dottosofa

Due videocamere, un microfono e una band armata di strumenti acustici: è questo il format “Acustici gagliardi per gente da divano” del collettivo torinese Dotto che ospita artisti italiani e stranieri e tra un concerto e l’altro coglie l’attimo facendoli suonare in una comoda versione unplugged. Buona la prima, ché la genuinità non fa mai male.

La prima canzone è “Come armed or come not at all” di An Harbor, progetto del piacentino Federico Pagani con un disco sostanzialmente autoprodotto e fresco di stampa, “May“.

«Nessuno forse se ne è mai accorto ma “Come armed or come not at all” è una frase tratta da “I Soprano”» ci dice Federico Pagani, voce e chitarra che si cela dietro al moniker An Harbor «“Vieni armato o non venire proprio”, è una minaccia che ritorna alcune volte nella serie in diverse situazioni e il significato è sempre molto chiaro. Nel mio caso l’intenzione vuole essere esattamente l’opposto e ribaltando l’accezione “gangsta” originale questo pezzo diventa per me un inno al restare uniti nei momenti difficili e portare sempre con sé “armi” ben più positive come possono essere l’amore, l’amicizia, la dedizione per quello si fa, il rimanere fedeli a sé stessi, ecc.

In questo senso “Come Armed or Come Not At All” è la canzone che più di tutte le altre unisce in un paio di minuti tutto quello a cui tengo: l’amore, l’odio, il rock’n’roll e non mollare mai.»

Federico Pagani / An Harbor
facebook.com/An.Harbor
anharbor.com

Dotto
facebook.com/wearedotto
wearedotto.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi