Acustici gagliardi per gente da divano #2: ALBEDO

dottosofa

Due videocamere, un microfono e una band armata di strumenti acustici: è questo il format “Acustici gagliardi per gente da divano” del collettivo torinese Dotto che ospita artisti italiani e stranieri e tra un concerto e l’altro coglie l’attimo facendoli suonare in una comoda versione unplugged. Buona la prima, ché la genuinità non fa mai male.

Gli Albedo sono una di quelle band in grado di stupire in ogni loro forma: concept-album curati in ogni dettaglio – che non puoi fare a meno di riascoltare per cogliere sfumature diverse – e impatto live notevole che facilmente mette in discussione l’etichetta “pop”. Certo è che le loro canzoni suonano bene anche in versione acustica, come questa “Gambe“, uno dei singoli estratti da “Lezioni di Anatomia” del 2013.

«Gambe è stato uno dei primi pezzi che ho scritto per Lezioni di Anatomia, forse il primo in assoluto» racconta Raniero, voce, chitarra e penna della band milanese «Guardando le gambe degli altri durante un giorno d’estate in metropolitana ho pensato che avessero una storia da raccontare, con le cicatrici, i segni del tempo, le piccole imperfezioni. Da li è nata l’idea che ogni parte del corpo ha un suo vissuto e un trascorso più o meno burrascoso. Lezioni di Anatomia voleva quindi essere una raccolta delle nostre esperienze raccontate da qualcun altro.

Gambe anche è uno dei pezzi che in generale col passare del tempo continuo ad apprezzare, a differenza di tanti altri»

Raniero Federico Neri / Albedo
facebook.com/effettoalbedo

Dotto
facebook.com/wearedotto
wearedotto.com

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi