Recensioni

Via Lattea – Questa Terra

2016 - Autoproduzione
rock / songwriting

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. È Arrivato l'Inferno
2. Questa Terra
3. Parole d'Amore
4. Marinaleda
5. Un Angelo
6. L'età del Muro
7. Buonanima
8. Non mi Sono mai Sentito Così Vivo


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Partono parecchio cupi per musica e testo, con una voce profonda che è parte fondamentale dei Via Lattea.

Procedono su tratte cupe fino al terzo brano che introduce distorsione e forse un pizzico di speranza, se non fosse per un futuro che rimane distopico almeno per un presente che vale la pena di vivere.
Il suonato è forte, non lascia la mano facilmente a ritornelli e leggerezza, fondano tutto su un rock distorto e un cantautorato moderno con vene d’altri tempi.
Si avviano alla fine con un sussurro che diventa urlo e concludono con un pezzo che rasenta il folk, forse stanchi per un viaggio così impegnativo ma sicuramente soddisfatti della metà raggiunta.

Alla fine di tutto, anche dopo molti ascolti, rimangono una voce grave che risulta perfetta, un suonato che mescola distorsioni e ritmi, dei testi calibrati, ragionati, capaci di far ragionare e immaginare e andare molto al di là della visione comune: un grande esordio sulla lunga distanza, senza mezzi termini.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni