Recensioni

Blindur – Blindur

2017 - La Tempesta Dischi
folk / rock / songwriting

Ascolta

Acquista

Tracklist

  1. Aftershock
  2. Canzone per Alex
  3. Solo andata
  4. Foto di classe
  5. XI agosto
  6. Vanny
  7. Imprevedibile
  8. Contrometafore
  9. Lunapark

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Grande esordio dei Blindur che già partono con un’etichetta importante come La Tempesta Dischi e non è un caso. Sono in due, ma suonano come se fossero in sei, per la ricchezza dei suoni e la capacità di mescolarli benissimo.

Mani piene di folk, quello più tipico dell’Europa del nord e non quello americano a cui siamo avvezzi, che costituisce uno scheletro di partenza intorno al quale sviluppare l’intero corpo. Si svolgono intorno a molti altri generi, con influssi elettronici e chitarre che non se ne stanno in disparte, accompagnano in un viaggio al quale non permettono di annoiare aggiungendo pian piano qualcosa di nuovo.
Larga ispirazione a tanto cantautorato italiano più o meno recente, qualche traccia del passaggio in universi simili a quelli dei Marta Sui Tubi e a molti altri, con testi ben costruiti e un cantato di livello.

Non inventano niente di nuovo a livello di musica o di testi, uniscono molte cose con legami poco usuali dando vita ad un primo lavoro interessante, che non stanca mai nell’ascolto, anche se fatica a lasciare un segno indelebile fino in fondo.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni