Recensioni

Spartiti – Servizio D’Ordine

2017 - Woodworm
reading / post-rock / sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

  1. Servizio D'Ordine
  2. Ida e Augusta
  3. Elena e i Nirvana
  4. Borghesia
  5. Qualcosa sulla Vita – Live

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Un’altra mezz’ora di Spartiti, cinque pezzi di cui un cover registrata dal vivo e un pezzo già pubblicato.

Un EP che riassume in maniera esemplare il loro stile, dall’incredibile capacità di variazione musicale di Jukka Reverberi all’immaginario che sembra non avere fine di Max Collini. Aprono con due pezzi non scritti da loro, anche se calzano alla perfezione, che raccontano storie che rimandano ad un passato dove si riusciva in qualche modo a vivere molto più a fondo di quanto si riesca a fare in giorni recenti.
Poi la svolta personale, i racconti che tipicamente ricalcano gli anni giovanili di Max Collini, farciti di riferimenti al partito, a quel periodo a cavallo tra gli anni 80 e 90, alla tantissima musica che si riusciva ad ascoltare (e ad altra che andava ancora scoperta).

Tutto raccontato con quel punto di vista intimista che riesce a farci vivere da vicino anche il racconto a noi più estraneo, tutto contornato di riferimenti che vanno colti pian piano, si svelano ascolto dopo ascolto. Tutto accompagnato da una musica che si fa incalzante e tranquilla, che si adatta alle parole e al testo senza mai diventarne dipendente.

Un’altra mezzora da ascoltare con la calma di chi li conosce, altro minutaggio che andrà a rendere le loro esibizioni dal vivo sempre più dei momenti da voler rivivere mille volte.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni