Menu

Recensioni

Noyades – Go Fast

2017 - Atypeek Music
noise / psychedelic rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Réplique
2. Machhapuchhare
3. Bear Rider   
4. No Other Grave Than The Sea
5. Sidi Abderrahman      
6. Mevlana
7. Reflects


Web

Sito Ufficiale
Facebook

E se Lemmy fosse cresciuto nel Michigan degli MC5 e degli Stooges? E se gli Slayer avessero diviso un attico in Haight-Ashbury coi Jefferson Airplane? Questo ipersonico power trio francese prova a risolvere certi dubbi con un allucinante cavalleria spaziale fatta di psichedelia tutta strumentale, alla velocità di una band di fusion alle prese con i ritmi di Billy Cobham e Peter Erskine, strafatta di MDMA fino al midollo, abbastanza degenerata da dirsi parto cesareo di un Keiji Haino ripulito dai deliri noise e rivestito di nera pelle hard rock per veri alternativi, che preferiscono le schitarrate di Lee Ranaldo a quelle di John McLaughlin, le sfuriate di Kadavar e Radio Moscow alle belle confezioni degli Hollywood Vampires.

Se l’attacco di Bear Rider con basso nucleare di nello stile da “Übermensch” di Hartmut Enke dei sempre glorificandi Ash Ra Tempel non vi bastasse, se i due minuti di feedback che chiudono No Other Grave Than The Sea non saziano il vostro bisogno di sangue, ecco che dalla melma cosmica di Proxima Centauri si leva un dinosauro fumante. Sono i 16 minuti di drone rock di Reflects, che evoca il demone di Caspar Brotzmann sul frontespizio di un esercizio inesausto di musica cosmica per sballarsi con gli Acid Mother Temple.

Arma di distruzione di massa. Per distruggerla tutta quanta, questa fottuta massa.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close