Recensioni

A Tree Grows – A Tree Grows

2017 - Rufftone Records
jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

  1.  A Tree Grows
  2.  Millions of Years
  3.  Out and About
  4.  Valentine's Day
  5.  2 Years, 16 Days and 24 Minutes
  6.  Wau Wau Water (Reprise)
  7.  Youngblood
  8.  Rashaan's Life
  9.  Tragic
  10. Future Calculations
  11. Ripple Edit
  12. Wau Wau Water 

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Gli A Tree Grows sono una street jazz band proveniente da New York, che con il loro sound unico è riuscita a creare un genere musicale che difficilmente riesce ad etichettarsi in qualcosa di già sentito, semplicemente, possiamo dire che… è jazz! Il disco pubblicato per Rufftone Records il 17 Marzo è un vero e proprio viaggio musicale tra mondi mai esplorati e sensazioni mai provate prima d’ora.

A partire dalla traccia che porta il nome della band “A Tree Grows” possiamo gustare come ogni singolo strumento s’incastra con tutto il resto creando un atmosfera del tutto innovativa e piena di riferimenti ed influenze. Millions of Years mette in luce la voglia di sperimentare degli A Tree Grows, facendo così capire all’ascoltatore quanto sia importante mettersi sempre in gioco e trovare nuovi modi per esprimere ciò che a parole non si può. Tra un brano e l’altro si può intuire come i musicisti abbiano voluto ricreare diversi sound proprio per dare spazio all’immaginazione, lasciando che l’ascoltatore possa ritagliarsi un proprio spazio immaginario all’interno dell’album e del mondo degli A Tree Grows. Tra le tracce di maggior rilievo troviamo la sopracitata “Millions of Years”, “Wau Wau Water” e “Rashaan’s Life”, anche se ogni traccia dell’album merita d’esser attenzionata e consacrata nel più intimo dei modi.

Ma gli A Tree Grows non si fermano solamente alla musica, infatti le collaborazioni che la band ha intrapreso durante la propria attività vantano nomi come: Hideki Shiota, vincitore del premio Best Cinematography Award per l’Asian American International Film Festival, Tivon Pennicott, componente della Gregory Porter Baand vincitrice di un Grammy per l’album “Take me To The Alley” e molti altri ancora.

L’album, in conclusione, resta una scoperta continua, qualcosa che si può apprezzare solamente dopo svariati ascolti a mente aperta e serena.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi