Menu

Recensioni

Sarah Stride – Schianto

2017 - Autoproduzione
songwriting / elettronica

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Praticamente quattro minuti a pezzo, un EP che si potrebbe definire con il semplice aggettivo “potente”.

Parte con una canzone di protesta, con un’elettronica minimale a sostegno di una voce che riesce a gridare forte semplicemente parlando, passa ad un urlato più letterale in un pezzo dai toni cupi, previsione di un’apocalisse in realtà già accaduta.

La musica cambia e non di poco, ci ritroviamo in Il Figlio di Giove con una partenza nelle piene corde di Capossela che accompagna una canzone dove si alternano due lati oscuri, uno dei quali che pare però lasciarci la possibilità di combattere.

Chiudiamo con il tocco più cantautorale, spinto da un ritmo elettronico incalzante quando serve, che sembra aprire ad una possibilità di futuro luminoso: l’ascolto attento delle parole ci rivelerà che così non è, l’attitudine e la buona volontà umana finiranno per schiantarsi al suolo se provano a combattere contro il sole.

Poco più di un quarto d’ora di splendida musica, un lavoro che non è formalmente un esordio ma che cambia tutto ciò che si era già definito nel passato: una vena violenta sembra aver percosso Sarah Stride e lei ha trovato un segreto per domarla e ricavarne il meglio possibile.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close