Menu
// archivio autore

Francesco Ceni

Francesco Ceni ha scritto 20 articoli per Impattosonoro.it
Paul Weller – Sonik Kicks

Paul Weller – Sonik Kicks

Non giovanissimo, molto imitato, l’ex leader di Jam e Style Council è nella invidiabile posizione di chi non deve dimostrare. Quando cita se stesso, lo fa con la certezza di avere ancora faccia e canzoni da spendere e un bel mucchio di emuli, più o meno dichiarati, giusto dietro le spalle. Il buon vecchio modfather […]

[Photo-Gallery]: FINE BEFORE YOU CAME – Ex-Fila, Firenze, 12 maggio 2012

[Photo-Gallery]: FINE BEFORE YOU CAME – Ex-Fila, Firenze, 12 maggio 2012

Sala concerti dell’Ex-Fila piena per la calata in città dei Fine Before You Came, per promuovere il loro ultimo magnifico album “Ormai”.

Drink To Me – S

Drink To Me – S

“Henry Miller” è la canzone più bella dell’anno. Quando dopo 23 secondi, ai colpi di batteria si aggiunge un’esplosione di chitarre mista ad un ritmo elettronico e tribale vien voglia di chiudere gli occhi ed immaginarsi sparati a velocità supersonica nello spazio, lontano da questo pianeta. Domenica scorsa, stavo percorrendo con la mia auto la […]

The Roots – Undun

The Roots – Undun

L’hip hop che piace a noi, filosofico, con basi raffinate, per niente bling bling, senza puttane. Loro sono i mitici The Roots. Coerenza e stile dal 1987, probabilmente il gruppo più rigoroso, autentico e ispirato fra le tante formazioni hip hop degli ultimi anni. Fedele ancora una volta all’accompagnamento strumentale con basso, chitarra e batteria […]

The Peawees – Leave It Behind

The Peawees – Leave It Behind

Ho ascoltato questo album a dicembre e senza tanti ripensamenti l’ho inserito direttamente nella top ten dei dischi del 2011. I Peawees liberano un’irresistibile scarica di adrenalina a forma di rock ‘n’ roll garage soul che omaggia i vari Chuck Berry, Elvis Presley e i protagonisti di quell’America nera degli anni sessanta targata Stax, Motown […]

Dj Shadow – The Less You Know, The Better

Dj Shadow – The Less You Know, The Better

Siete in una stanza in cui ci sono Shaquille O’Neal che indossa un Versace di quelli belli pacchiani, un rapper afroamericano semianalfabeta vestito Fubu dalla testa ai piedi, che si autocompiace di quante baldracche si è sfondato, un dj californiano, che scodella abbondanti dosi di basi old school fuse insieme al rock, funk, jazz e […]

Close