Impatto Sonoro
Menu

Archivio per Aprile, 2004

Cocorosie – La Maison De Mon Rêve

Immaginate la scena: due sorelle si ritrovano in quel di Parigi dopo molti anni… copiose lacrime, carramba che sorpresa!, nostalgici rimandi ai vecchi tempi, allegre e gioiose scorazzate per la città in memoria del passato… No, niente di tutto questo. Sierra e Bianca Casady, di loro sto parlando, decidono di fare un disco sotto il […]

AgolantiLab

Ultimi giorni per iscriversi ai laboratori riccionesi

Fabrizio Coppola – La Superficie Delle Cose

Un'ennesima risposta a chi pensa che il rock non sia un genere italiano o comunque a chi collega le parole rock e Italia a Ligabue, Negrita ecc. I trentacinque minuti di “La Superficie Delle Cose”, esordio di Fabrizio Coppola sono dedicati a tutte queste persone. Rock incazzato, graffiante, duro, ma anche dolce e delicato, che […]

Pecksniff – Elementary Watson

Prodotto dalla sapiente, iperattiva e onnipresente mano di Amerigo Verardi, “Elementary Watson” dei parmensi Pecksniff ci presenta 23 minuti di spensieratezza, 10 perle di lo-fi acustico e ingenuo che riporta al “Sentimento Westernato” di Cristian Bugatti, ossia Bugo, nonostante il cantato in inglese e il sound più curato. Il sestetto emiliano può forse sembrare ingenuo […]

Presentazione di CONTAGI#1 alle Feltrinelli

Anche i LAGWAGON al Deconstruction Tour

Riparte il tour dei GIARDINI DI MIRO’

GIARDINI DI MIRO’ Riparte il tour dei GDM che portano in giro lo straordinario album Punk Not… Diet. Tra sperimantazione sonora altamente visionaria e soluzioni stilistiche assolutamente originali, i GDM sono di certo la band italiana più interessante in circolazione, le loro canzoni sono viaggi attraverso immagini sfocate, avvolgenti e magiche… Un sogno limpido, sonico […]

Afterhours – Non É Per Sempre

Mescal – 1999 alt.rock La fatidica terza prova in Italiano per gli Afterhours arriva dopo il bellissimo “Hai Paura del Buio?”. A questo punto la band di Milano ha davanti a sé un compito abbastanza arduo, ma ogni perplessità viene spazzata via al primo ascolto. Certo, in “Non E’ per Sempre” è meno evidente l’irruenza […]

Afterhours – Quello che non c'è

Mescal – 2002 rock Eccolo, il capolavoro che gli Afterhours dovevano realizzare per scrollarsi di dosso il peso del bellissimo “Hai Paura del Buio?” e le critiche di “svolta pop” che erano arrivate dopo l’uscita di “Non E’ per Sempre”. L’uscita dal gruppo di Xabier Iriondo, tra l’altro, era uno dei tanti motivi che potevano […]

Afterhours – Siam Tre Piccoli Porcellin

Mescal – 2001 alt.rock I live, si sa, vengono pubblicati nella maggior parte dei casi quando una band ha bisogno di una pausa di riflessione, e servono spesso da spartiacque tra una fase e l’altra della propria carriera. Nel caso degli Afterhours il live “Siam Tre Piccoli Porcellin”, disponibile anche in versione doppia con un […]

Premio Nazionale di Poesia “Eloro”

Il Comune di Rosolini (Sr) bandisce il “Premio Nazionale di Poesia Eloro”, che si articola in due sezioni:

Speciale RADIOHEAD

“Finchè in tv, il massimo del supermarket, ci saranno tipi come Thom Yorke allora vorrà dire che c’è ancora spazio per la Bellezza. E la Bellezza può salvarti.” Zappo e ^Sandman^

Afterhours – Hai Paura Del Buio?

Mescal -1997 alt.rock “Hai Paura del Buio?” è con molte probabilità il disco di rock italiano più importante degli anni ’90. Ben 19 brani, e nessuno di questi (nemmeno gli strumentali, specie “Terrorswing”) è da buttare via. Anzi, la maggior parte di essi sono brani praticamente perfetti, qualunque “genere” essi abbraccino. “1.9.9.6.” è un attacco […]

Afterhours – Germi

Vox Pop – 1995 alt.rock L’esordio in lingua italiana per gli Afterhours avviene nel 1995, dopo la partecipazione della band, un anno prima, all’Arezzo Wave. Prima di quell’episodio gli After erano una band ancora poco conosciuta e comunque rispettata nell’ambiente underground, ma una versione davvero potente ed entusiasmante di “Mio Fratello E’ Figlio Unico” del […]

Sparta – Wiretap Scars

Cronologicamente parlando sono i secondi geniti della spaccatura degli At The Drive-in. Orfani della grande voce di Cedric Bixler e delle follie musicali di Omar Rodriguez approdati nei “The Mars Volta”, gli Sparta non concedono però all'ascoltatore nessun tipo di rimpianto. Sono evidenti i tratti musicali che provengono direttamente dal precedente progetto anche se diminuiscono […]

Escapism – Industrial Scream

Strana ed insolita creatura questo “Industrial Scream” degli Escapism, un demo strabordante di idee e genialità che lo farebbero annoverare nel luogo comune dei “dischi non facili”. E' questo un disco complesso che attraversa abilmente tratti di Metal strumentale, ritmiche industrial il tutto in una risposta globale di Rock Progressive fuso tra melodie nordiche e […]

Nirvana – In Utero

L’ultimo lavoro di Cobain e soci, (che divengono 4 con l’aggiunta del chitarrista Pat Smears ex dei Germs) “IN UTERO”, si presenta come la reazione del gruppo al “troppo patinato”(parole di Cobain) NEVERMIND. La reazione in questione voleva partire sin dal titolo, poi accantonato, “I hate myself and, I want to die”.Per la prima volta […]

Radiohead – Pablo Honey

A 10 anni di distanza è molto difficile parlare di “Pablo Honey”, esordio dei Radiohead. Di acqua sotto i ponti ne è passata per la band di Oxford capace di sfornare una perla dopo l'altra, dal rock di “The Bends” alla psichedelia ossessiva di “Ok Computer”, passando gli ibridi e ambigui gemelli “Kid A” e […]

SHINE in concerto

SHINE in concerto. Prossime date

Radiohead – I Might Be Wrong

Dopo la pubblicazione di “Kid A” e “Amnesiac”, i Radiohead si riaffacciano nelle nostre camerette con un curioso disco dal vivo. Curioso perché contiene solamente otto canzoni, per di più estratte tutte proprio dai due “album gemelli”, come a sancire un taglio netto col passato. Tutte tranne una: l'inedito “True Love Waits”. Dico subito che […]