Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Altro – Prodotto

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Stavo tranquillamente finendo di scaricare i video del concerto degli Afterhours all'Alcatraz (in quanto impossibilitato ad andarci (e poi entravo in astinenza da concerto)) e nel frattempo che completava “La canzone di Marinella” per ingannare la forte attesa, ho caricato un cd che aspettava composto, in fila e in ordine di essere ascoltato… “uno, due, tre, quattro…” e le casse mi sparano addosso i primi 12 secondi di “Ripasso” alchè esclamo “machecaz! che ho messo sù?”; poi parte la voce e riesco ad afferrare qualche parola e capisco che sono italiani. Allora vado a guardare chi sto ascoltando e leggo Altro – Prodotto, nel mentre è già finita la prima canzone e la seconda la segue a ruota: Rumba, molto più calma della prima, ma ugualmente accattivante. Leggiucchio qualcosa sugli Altro e sul loro nuovo cd Prodotto uscito per l'etichetta Love Boat e prodotto da Bugo, che da una mano coi cori nella terza canzone Interquartieri e suona l'armonica nella otto Ipotesi. Ah le canzoni in totale sono 11 per una durata complessiva di 18'35″… mi son spaventato. Tutto quello che si ascolta è solo musica niente fronzoli, niente arzigogoli e niente prese per il culo ai danni di chi acquista e ascolta gli Altro; questo disco è una perla rara incastonata nel panorama indie, alternativo, lo-fi, hardcore, punk e chipiùnehapiùnemetta italiano. Prodotto in ogni sua canzone e nel complesso ricorda, o omaggia, diversi gruppi e nessuno: potrei citarne a iosa (Q and not U o No Knife o Negazione), ma mai mi vien da pensare che gli Altro in questo disco abbiano voluto fare i “cloni” o cavalcare chissà quale onda, semplicemente hanno fatto quello che sanno e hanno voglia di fare e soprattutto quello che più gli piace in uno stile tutto loro e in un modo di creare e immaginare la musica. “something better vs something more” è scritto sul cd ed è quello che è questo disco: l'essenziale contro il superfluo.
Nel frattempo il cd va avanti e man mano che lo ascolto trovo una scusa dopo l'altra per non interromperlo e passare a vedere i video degli Afterhours che nel mentre son pronti alla visione… ma niente da fare… aspetto la fine dell'album e dopo un attimo di stordimento chiudo WMP e faccio ripartire il cd questa volta prestando molta più attenzione alla musica e alle parole.
Anche la seconda passata non ha minimamente diminuto l'interesse o le sensazioni che queste 11 schegge impazzite creano e al secondo ascolto anche i testi son più comprensibili e vengono fatti propri, perchè ogni canzone è un nostro brandello di vita vissuta; i testi si rispecchiano in quello che noi siamo e in quello che gli Altro sono e vogliono raccontare, che hanno bisogno e urgenza di raccontare.
In conclusione Prodotto è uno dei più begli album che questi primi 5 mesi del 2004 hanno ascoltato: veloce, frizzante, pungente, non c'è mai una pausa e mai viene lasciato il tempo di pensare e il tutto colpisce nel segno e dopo aver ascoltato questo disco tante e tante volte si ha la voglia di vederli anche dal vivo per farsi bombardare di emozioni direttamente dai 3 coi loro strumenti.

Tracklist
01 – Ripasso
02 – Rumba
03 – Interquartieri
04 – Minuto
05 – Canzone del Gabbiano
06 – Posta
07 – Ancora
08 – Ipotesi
09 – Crema
10 – Circostanza
11 – Astio

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni