Menu

Recensioni

Vallanzaska – iPorn

2010 - Maninalto!
ska/reggae/punk/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Il monitor
2. Ipod
3. Youporn boy
4. Spaghetti ska
5. Baby
6. Smells Like Teen Spirits
7. Expo 2015
8. Fine amore mai
9. Milano sings
10. Amico Tom
11. Spot
12. Il cavaliere
13. Hanno ucciso Paperoga

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Un disco che trascina colui che ascolta lungo un fumetto a colori senza fine. Un fumetto che trasuda di un’allegria malinconica,poiché si scontra con il mondo in cui viviamo.Un mix tra reggae e rap mescolati all’insinuarsi perfetto di una tromba o di un piatto che pizzica. E’ il disco dei Vallanzaska.

Siamo telematici. Siamo ciò che compriamo .E più che volar via come angeli, preferiamo restare sul mondo come goccie di colla vinilica. E’ la volontà un po’ scarna di mordicchiare un viaggio fantasia. ‘Qua qua qua’, Paperoga coi basettoni e rockettaro, triste se ne vuole andare. E città cemento senza verde, claustrofobica sino alla morte. Si tratta di Paperopoli, ed ora esiste ed ora mente ed ora forse è il ‘paese spiazzato a forma di cuore’ insito a noi. ‘Non é gangah che brucia’, é musica senza vincoli ne catene. Siamo giganti un po’ fragili in mano alle redini di un politico che grida ‘Vada!‘. Ed ora sei un ‘puledro nella steppa’ ed ora invece sei un ‘cavallo nella stalla’.
Quiete,rumore sordo di una rassegnazione troppo precoce. Al mondo reciso dal finto sorriso di un cavaliere che mente. E non vali niente e ti trattiene per la gola. Animali senza via d’uscita in un cieco regno che si spalanca al futuro invisibile. ‘Spaghettiska’, democrazia e libertà sono parole,utopiche nuvole che parlano attraverso bocche bugiarde. Punk,rasta e skin. É la loro guerra e tutti contro tutti. ‘Non si può suonare, l’ha detto il tribunale!’, musica, cos’é la musica? Tasti di un pianoforte che evadono verso il centro della terra. Sensazione che si trasforma in note sussurrate da sospiri melodiosi.Onde,spirali,cerchi concentrici che vibrano su Pandora dal cuore di chi di musica vive. Un sistema che ha corrotto la melodia. Un sistema che ha stuprato la ‘musicante allegria’ nel mercato più odiato.
‘Niente costa quanto l’ipod!’ e ‘Niente costa quanto l’iphone!’. E più desidero e più compro. E più compro e più la mia anima muore. Abietto sudiciume di questi giorni. L’amore é incontaminata caverna. E guardi le ombre e sei illuso. E guardi a quel sole e ti tradisce. ‘Baby’,canzone d’amore rivolta a colei che ami. ‘Se c’é un angelo che veglia su di te,saprà di non temere della nostra voglia di volare’,sei l’Icaro dell’amata ma hai le ali di cera e sprofondi nel ‘mondo difficile’ che ti ha partorito. E siamo belli,e siamo folli. Cupido lancia l’ultima freccia,che ‘colpisce al cuore’.Stesi al sole.Anime essiccate.’Il monitor non mi caga’,devi aprirti alla vita.

Affacciarsi al balcone che separa la realtà dalla fantasia. Non morire,umano poiché qualcuno a te ha riservato l’arcobaleno sulla terra. Accendi i tuoi sogni,lotta. Un disco che sfiora le superfici ruvide delle nostre vite. Impermeabile alla pioggia che lava via il lato puro di noi. Riflessioni catatoniche. Una danza lenta si spegne come fiaccola al lento gioco di parole dei Vallanzaska .
Cartoni animati reali,siamo.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close