Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Thegiornalisti – Vecchio

2012 - Bombica
pop/rock/beat

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. La Tua Pelle è Una Bottiglia Che Parla…
2. Il Tradimento
3. Pioggia Nel Cuore
4. Una Domenica Fuori Porta
5. Diamo Tempo al Tempo
6. Guido Così
7. Cinema
7. Vecchio
9. I Gatti
10. Bere
11. E Che Ci Vuoi Fare
12. Nato Con Te

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Chissà che queste poche e disarticolate righe non possano liberarmi da quella sorta di ossessione che si è impossessata del mio subconscio musicale e che risponde al nome di “Vecchio”, ovvero il nuovo lavoro dei Thegiornalisti?!?

Tra l’altro la situazione si è evoluta seguendo un iter piuttosto paradossale poiché ad una prima iniziale difficoltà di approccio nei confronti delle sonorità pop / beat – rock della formazione romana, probabilmente causata anche dal precedente e per quanto mi riguarda contraddittorio “Vol. I”, è seguita, ed è tuttora in corso, una fase nella quale mi è assolutamente impossibile non canticchiare o fischiettare episodicamente e, cosa ancor più grave, ovunque mi trovi, interi pezzi o anche solo brevi stralci di questo album.
Dopo numerosi ascolti sono finalmente arrivato alla conclusione che queste due “fasi” non sono per nulla distinte né casuali quanto piuttosto il frutto di un buonissimo (e scaltro…) lavoro in fase di composizione ed arrangiamento dei pezzi, talmente efficace da richiedere all’ascoltatore un po’ di tempo prima di potersi amicare suoni e testi, dopo di che il legame diventa pressoché indissolubile.
Nella sostanza i Thegiornalisti riescono infatti nella cosa più complessa che vi sia, ossia proporre una musica sostanzialmente pop(ular) in grado di risultare tanto piacevole quanto, soprattutto, credibile, con sonorità orecchiabili sì, anche grazie a qualcosa di più di una semplice strizzatina d’occhio al Made in Italy degli anni ’60 – ’70, ma assolutamente mai banali o facili. Su questo colorato e fantasioso tappeto sonoro si distendono poi testi altrettanto interessanti ed originali che parlano di quotidianità, sentimenti e passioni alternando disincanto, dolcezza ed ironia come meglio era realmente difficile fare.
Tutte le 12 tracce presenti sono in grado di confermare quanto di positivo scritto, a maggior riprova pertanto dell’ottima fattura complessiva del progetto “Vecchio”; detto ciò ritengo comunque utile delimitare quanto meno gli estremi dell’intervallo musicale all’interno del quale ci si muove e dunque segnalo la morbida e riflessiva “Diamo tempo al tempo” alla quale contrappongo la veloce e solo apparentemente sconclusionata “Bere”.

Ergo, un ottimo lavoro che vale alla band romana il mio personalissimo Thepulitzer 2012….

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IQhlMVbvL1A[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?