Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Spaccamombu – In The Kennel Vol. 2

2012 - Goat Man Records
sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Antro
2.Idemortos
3.Mountains Crashing Sound
4.Assufais
5.Altar Of Iommi

Web

Sito Ufficiale
Facebook

La Goat Man Records è un’etichetta che sta attirando sempre più attenzioni su di se. Su Impatto Sonoro le è stato dedicato un numero di I Love My Label dove si è parlato molto di In The Kennel. Questo progetto fonde le esperienze e i vissuti di due o più musicisti con l’obiettivo di realizzare nuovo materiale in comune. Dopo l’intenso Gentless3 & La Moncada, siamo giunti al secondo volume contraddistinto da atmosfere più cupe e nebbiose.

In questo volume, il jazz-afro-impro-core-chipiùnehanemetta dei Mombu si fonde con le chitarre dell’ottimo Paolo Spaccamonti. Spaccamombu è quello che non ci si aspetta e che all’improvviso ti investe. Una macchina senza tempo che, ancora sporca di olio e di benzina, sfreccia iperveloce fino a travolgere in pieno l’ascoltatore. Oscuro e nero nel cuore, ma con una testa di serie rosso fiammeggiante. Cose di altri tempi. Spaccamonti e le chitarre donano un’anima in più al già ampio spettro di colori, disegnando nuovi orizzonti dove i due romani non si erano ancora spostasti. Le atmosfere afro-ritualistiche man mano lasciano spazio a lisergici panorami drone-noise, alle atmosfere fumose pulp anni ’50 e ai passaggi più acidi-psichidelici. Il pathos viene pompato ai massimi livelli e il coinvolgimento diventa assicurato, sia se stiamo parlando di incursioni sonore come Idemortos o Mountains Crashing Sound, sia sulle suite sonore più lunghe e agghiaccianti come Altar Of Iommi. La bellezza e il “lirismo” degli Spaccamombu è dovuto alla loro anima musicale che pulsa ad un ritmo essenziale tanto da diventare ritmico e vivido, proprio come la loro musica.

Fluidi e con una forte scioltezza interiore, gli Spaccamombu confezionano In The Kennel Vol.2, un lavoro ambizioso, dove atmosfere calde si fondono con demoniache presenze fino a creare un abisso di note, colori e influenze. Anche se avrei preferito un minutaggio leggermente più alto, questo lavoro è un’ottima prova di coraggio e passione.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=iZDBDjGgAjw[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?