Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Fuzz Orchestra – Morire Per La Patria

2012 - a lot of indie labels
rock/avant/alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Sangue
2. La Proprietà
3. Il Paese Incantato
4. Svegliati e Uccidi
5. Viene il Vento
6. In Verità vi Dico
7. Morire per la Patria

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Loro sono strumentisti, di quelli buoni, che di così buoni in giro non ce n’è mica tanti, e le parole le affidano a chi meglio li rappresenta, da pezzo a pezzo, senza pregiudizi, ma con un’idea ben chiara in testa. Che poi le prendano da un film o da un passo della Bibbia non cambia molto, l’importante in fondo è mandare un messaggio.

E il messaggio è pesante, che a schierarsi fino a questo punto, in Italia, al giorno d’oggi non ci si mettono mica in tanti.
Loro prendono in prestito voci, il cui apice è nel primo pezzo, “Sangue”, con l’interpretazione (c’è da aggiungerlo magnifica?) di Gian Maria Volontè nel film Giordano Bruno, perché forse parte del messaggio è che tutto è già stato detto, basterebbe solo ascoltare.
“Chiedere a chi ha il potere di riformare il potere? Che ingenuità!” non è un concetto difficile, o nuovo, o chissà cosa. Però loro lo ricordano, lo ridicono, si sa mai che siamo in grado si sentirlo.
Tutto è perfettamente in linea senza che manchi qualcosa, o ci sia qualcosa in più: la musica, i suoni, i silenzi, le parole e le atmosfere; le collaborazioni, che ogni tanto c’è qualcosa che arriva, che sia un fiato o un violino, la scelta dei testi e delle voci recitanti.

Non ci sono pezzi migliori di altri, dipende tutto da cosa si sta cercando e da cosa si è disposti a trovare: in tutti però il livello musicale è davvero altissimo, dura ma pulita, confusa ma lineare, travolgente ed alienante al tempo stesso. Splendidi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=p5X8_BrLwTQ[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni