Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Arild Andersen – Mira

2014 - ECM Records
jazz

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Bygone
2. Blussy
3. Alfie
4. Rossetti
5. Reparate
6. Raijin
7. Le Saleya
8. Kangiten
9. Mira
10. Eight and More
11. Stevtone

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Tinte noir, musica astratta e una concezione della struttura armonica che abbraccia linguaggio afroamericano, devianze folk scandinave e jazz puro.

Arild Andersen è uno dei migliori contrabbassisti europei di grande talento espressivo. Norvegese, i suoi assoli legnosi e pastosi hanno segnato la musica jazz degli ultimi 40anni. Uno swing austero con sonorità moderate e una finezza intellettuale gli permettono di figurare tra i solisti più brillanti di sempre. Le sue collaborazioni con Jan Garbarek, Terje Rypdal e Jon Christensen forgiano il suo contesto fra avanguardia e contemporanea. Qusto ultimo lavoro “Mira”, scandisce così gli orari del suo sound, 11 tracce ispirate dalla sua terra di origine, minimalismo ambient, piccoli inserti elettronici e sperimentazioni assolute (Bygone e Eight and More). Coaudiuvato da Paolo Vinaccia alla batteria e Tommy Smith al sax, cerca di rimettere in gioco la sua musica con una eleganza ed un rigore spesso assente nelle novità odierne. Il suo jazz moderno ci avvolge e ci riscalda con le sue larghe aperture (Reparate) e il suo arsenale ‘magnetico’ (Stevtone).

Il nuovo cd  è un contenitore di armonie tese che sà gestire sapientemente con atmosfere noir e immagini liquide, portando il jazz nordico in un mondo fatto di arte, letteratura e sogni obliqui!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni