Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

judA – Quel Brevissimo Istante In Cui Ti Manchi

2014 - Riff Records
rock / alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

01. Vibra
02. Isolamento
03. Nel Deserto
04. Aquiloni A Nord
05. Ars Oblivionis
06. Fiele
07. 100
08. Di Stomaco
09. Del Buio
10. L’Eleganza Dei Pensieri Semplici

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“Quel brevissimo istante in cui ti manchi” è l’ultimo lavoro dei milanesi judA. Un disco certamente complicato, ma che riesce, con sonorità anni 70 e con testi caleidoscopici, a prendere la realtà dell’ascoltatore e a scaraventarla via.

Ascoltandolo, ti porta in un mondo rock psichedelico, dove i NIN abbracciano i Tool, ma senza mai cadere nell’ovvio o nel plagio. La chitarra ferisce l’animo, tanto quanto le parole entrano incuranti dei tuoi pensieri nell’animo, per portarti a vivere quei brevissimi istanti raccontati dalla band.
Si parte subito con due tracce paragonabili ad un bombardamento sonoro: Vibra e Isolamento uniscono suoni grezzi a tonalità melodicamente più simili al prog, che rendono l’apertura del disco una vera e propria avanzata letale.
I due pezzi successivi (Nel deserto e Aquiloni a nord) avvolgono l’ascoltatore in una nebbia oppiacea ,che fa presto dimenticare l’attacco letale del’apertura . Con “Ars Oblivionis” e “Fiele”, invece, si torna a palpare quel rock prog dei primi due pezzi. Il finale “L’Eleganza dei Pensieri Semplici” è la vera ciliegina di un album che consacra definitivamente i judA e permette alla band milanese di scalare lo scalino più difficile superando il precedente album “Malelieve”.

Il loro rock d’altri tempi è la vera prova che la capacità di emozionare e di rapire sensazioni non viene mai sconfitta da mode passeggere.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Ic4-qNKECCg[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?