Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Nadiè – Acqua Alta A Venezia

2017 - Terre Sommerse / La Chimera Dischi
alt-rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Conigli
2. In discoteca
3. Solo in Italia si applaude ai funerali
4. La bionda degli Abba
5. Breve esistenza di un metallaro
6. Dio è chitarrista
7. Acqua alta a Venezia
8. Gli sposi
9. Fuochi
10. Bandiere a mezz'asta


Web

Sito Ufficiale
Facebook

I Nadiè sono una band alternative rock che, con il loro ultimo album intitolato Acqua alta a Venezia, tentadi incidere una piccola parte di storia della musica italiana, riuscendoci, con garbo, delicatezza (non troppa) e tanta voglia di fare musica non convenzionale.

Il sound della band è diretto, grezzo ed avvolto da una voce nobile in stile Umberto Maria Giardini/Manuel Agnelli che, seppur possa già ricordare qualcos’altro, rende davvero giustizia ad un genere che spesso e volentieri non riesce a trovare voci così particolari come quella di Giovanni Scuderi.
I Nadiè parlano della Venezia allagata, della nostra quotidiana Venezia, della marea della degenerazione etica e dell’amoralità, e lo fanno con chitarre graffianti e rabbiose ed un sound secco, pulito e martellante. Tutto l’album ha come filo conduttore un senso di rabbia generalizzato ed espresso a pieno dal sound che la band vuole imprimere nelle menti degli ascoltatori. Tra i brani degni di nota ci sono: Solo in Italia si applaude ai funerali e Fuochi.

L’album è un disco da ascoltare in loop, senza fermarsi mai davvero, perché probabilmente i Nadiè riescono a dare una nuova veste ad un filone musicale troppo spesso stuprato da luoghi comuni e stereotipi. Un ottimo disco che probabilmente darà filo a torcere ai futuri album della band che avranno l’arduo compito di superare un lavoro fatto bene, suonato bene e soprattutto pensato bene.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?